Lorenzo Insigne (Ansa)
Lorenzo Insigne (Ansa)

Napoli, 27 marzo 2020 - In mancanza del contatto fisico, c'è la tecnologia che corre in soccorso: lo sa bene Lorenzo Insigne, che oggi pomeriggio è stato intercettato dai microfoni di Sky, grazie all'intercessione di Skype.

UN GRUPPO UNITO - L'intervento del capitano azzurro è iniziato proprio con un riferimento agli aggeggi moderni che consentono una sorta di smart working anche ai calciatori. "Ci stiamo allenando intensamente da casa, rispettando l'emergenza: stiamo utilizzando delle tabelle che ci permettono di mantenere la forma fisica con l'impegno necessario per continuare a essere professionisti seri anche in una situazione del genere. Oltre all'aspetto sportivo c'è quello affettivo: tra noi compagni di squadra per esempio ci teniamo in contatto grazie a WhatsApp e in questo modo riusciamo ad avvertire meno la distanza". Non solo i giocatori: nonostante la sospensione dei lavori, Gennaro Gattuso è più che mai saldo al comando della panchina (virtuale) del Napoli. "Con il mister ci sentiamo quasi tutti i giorni: naturalmente, visto il periodo che stiamo vivendo, non parliamo solo degli allenamenti ma anche delle rispettive famiglie e dell'emergenza in generale. Con lui ho un ottimo rapporto - continua Insigne - e fin dal suo arrivo qui mi sono sentito importante: è una persona schietta, esigente ma sincera e tra quello che ti dice senza filtri c'è il livello massimo di concentrazione che chiede incessantemente a ognuno di noi. Dalla sua Gattuso ha un'enorme esperienza sul campo e un palmares ricco di vittorie che ci mette completamente a disposizione: con un tecnico del genere c'è solo da arricchirsi". In effetti negli ultimi mesi il rendimento del Magnifico era cresciuto in maniera esponenziale: una grazia che tuttavia, per ovvi motivi, non potrà essere sfruttata da Roberto Mancini. "Con la Nazionale avevamo costruito un gruppo solido che viaggiava lanciatissimo. L'Europeo è stato rimandato all'anno prossimo: questo significa che continueremo a essere competitivi e magari nel frattempo recupereremo anche qualche giocatore infortunato che potrà aiutarci a essere protagonisti".

PACE CON ADL? - Parole da leader azzurro quelle di Insigne, che di cessione proprio non vuole saperne, specialmente adesso che con Gattuso sembra aver ritrovato il feeling perfetto con il Napoli. E con Aurelio De Laurentiis? L'impressione è che non si possa dire lo stesso, ma chissà che il dramma vissuto attualmente dal mondo non possa aiutare a sotterrare l'ascia di guerra.