Fernando Llorente (Ansa)
Fernando Llorente (Ansa)

Napoli, 3 settembre 2020 - Sono gli acquisti che accendono la fantasia dei tifosi, ma le cessioni sono ancora più utili per lasciare una rosa non troppo numerosa agli allenatori: lo sa bene Cristiano Giuntoli, al lavoro in queste ore per alleggerire il Napoli di almeno 5 esuberi.

Da questo computo vanno naturalmente esclusi i pezzi da novanta come Kalidou Koulibaly e Arkadiusz Milik, le cui trattative necessitano di un capitolo a parte sia per quanto riguarda i tempi sia i prezzi. Senza contare che, in caso di fumata nera su ogni fronte, non è detto che i due non possano restare in azzurro, specialmente il difensore senegalese: discorso diverso per il polacco, che tra meno di un anno si svincolerebbe a zero dal club partenopeo. Uno scenario da evitare, così come quello di far allenare a Rino Gattuso un roster troppo numeroso e ricco di scontenti. Sono 5 in particolare gli elementi dei quali si vuole disfare Giuntoli: qualcuno saluterà solo in prestito, per qualche altro giocatore invece l'esperienza all'ombra del Vesuvio potrebbe arrivare al capolinea. Per il primo caso spicca il nome di Gennaro Tutino, vicino ad accasarsi alla Salernitana dopo l'avventura a luci e ombre a Empoli sempre in Serie B. Potrebbe invece restare nella massima categoria l'altro prodotto del settore giovanile Sebastiano Luperto: il fil rouge tra Napoli e Genoa è attivissimo e coinvolge diversi elementi.

Tra tutti il difensore classe '96 è quello meno gradito alla dirigenza ligure, decisamente più interessata ad Amin Younes al punto da essere disposto a prelevarlo in prestito con obbligo di riscatto a cifre decisamente alte: la palla passa al giocatore, al momento non troppo convinto di accettare la destinazione. Non solo l'esterno tedesco: al Genoa piace parecchio anche Fernando Llorente, che tuttavia potrebbe essere più allettato dall'idea di tornare in patria, oltre ad avere un ingaggio troppo pesante per le casse della società di Enrico Preziosi. Aria di addio anche per Adam Ounas, appena rientrato dal prestito al Nizza, che non ha esercitato l'opzione di riscatto fissata a 19 milioni. Il futuro dell'algerino non è in Francia ma nemmeno a Napoli: il Cagliari di Eusebio Di Francesco è a caccia di ali e nella rosa dei candidati ci è finito anche Ounas, che evidentemente non è riuscito a convincere Gattuso nella prima parte di ritiro di Castel di Sangro e difficilmente lo farà domani, quando gli azzurri saranno impegnati nell'amichevole contro il Teramo, in programma alle 17.