Lunedì 17 Giugno 2024
GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO
Calcio

Napoli, due armi in più in vista del Milan: Osimhen e il Maradona

Spalletti sorride nonostante il pareggio con il Verona: il nigeriano è (quasi) pronto e De Laurentiis ha fatto la pace con gli ultras

Victor Osimhen (Ansa)

Victor Osimhen (Ansa)

Napoli, 16 aprile 2023 - Aurelio De Laurentiis fa pace con il Maradona e il Napoli si inceppa tra le mura amiche con particolare riguardo all'attacco: uno scenario quasi impossibile da ipotizzare fino a poche settimane fa che invece si è avverato in occasione dello scialbo pareggio a reti bianche contro il Verona, che però consegna a Luciano Spalletti delle notizie molto rincuoranti in vista del ritorno dei quarti di finale di Champions League contro il Milan.  

Riecco Osimhen, ma...

  Si comincia ovviamente dal rientro di Victor Osimhen, che neanche il tempo di toccare il rettangolo verde di gioco che fa vedere subito uno dei pezzi forti del repertorio: bordata dalla distanza che fa tremare la traversa e quasi demolisce la strenua resistenza di un Hellas di nuovo prepotentemente in corsa per la salvezza. Il gol vittoria non è arrivato, ma in quell'esatto momento il pubblico del Maradona ha tirato un grande sospiro di sollievo: il nigeriano è totalmente guarito ed è pronto per guidare in prima linea l'assalto al Milan. La realtà è però leggermente diversa: il numero 9 è effettivamente a disposizione per la partita di martedì 18 aprile, ma parlare di un suo completo recupero non corrisponde totalmente a quanto trapela dallo staff sanitario del Napoli, tuttora al lavoro per consegnare a Spalletti l'attaccante nelle migliori condizioni possibili. Anche oggi Osimhen ha svolto terapie e lo ha fatto con la determinazione di chi all'appuntamento più atteso vuole arrivarci al top e non solo per apporre il proprio nome sul tabellino di quella che nel capoluogo campano sperano possa essere l'ennesima giornata di tripudio di una stagione dalle mille sorprese ed emozioni. In un contesto del genere risulta difficile parlare di note stonate: eppure, il recente rendimento al Maradona qualche piccolo grande campanello di allarme lo accende.

Il retroscena della pace tra De Laurentiis e gli ultras

  Mettere a referto uno zero in due partite (quelle contro Milan e Verona) non è proprio consueto per una macchina da gol come il Napoli, che per una volta il vero spettacolo lo offre sugli spalti. La cornice ruba la scena al quadro anche grazie all'inattesa pace suggellata tra De Laurentiis e l'ala più calda del tifo azzurro. L'incontro tra il patron e una rappresentanza degli ultras non è stato totalmente spontaneo e casuale: a spingere per il lieto fine sono stati Viminale e Prefettura, con il sindaco Gaetano Manfredi nelle vesti di intermediario. L'interesse delle istituzioni, in vista della sempre più probabile festa scudetto, è ridurre al minimo le possibili fonti di tensione e disordini. Il risvolto positivo c'è anche per Spalletti, che vede esaudito il suo desiderio di poter contare finalmente sul supporto dell'intero Maradona. Dunque, tutto è bene quel che finisce bene, anche se risulta difficile restare totalmente indifferenti al cospetto del repentino capovolgimento di fronte tra le parti. Dalla scorta alla foto social il passo invece è breve: per la gioia di Spalletti e della sua squadra.

Leggi anche - Amstel Gold Race 2023, ennesimo show di Pogacar. L'ordine d'arrivo