Diego Demme (Ansa)
Diego Demme (Ansa)

Napoli, 10 luglio 2020 - Ha saltato la spedizione vincente di Genova, sponda rossoblù, a causa di una squalifica da scontare e se il Napoli non ha risentito della sua assenza è solo grazie all'ottima prova di Stanislav Lobotka. Nonostante la crescita dello slovacco, Diego Demme resta il perno del gioco di Rino Gattuso, che lo riaccoglierà in squadra in vista del Milan: il tedesco è carico, come ha sottolineato ai microfoni di Radio Kiss Kiss.

"So che sono molto forti, ma in questo momento noi stiamo meglio e cercheremo di ripeterci anche domenica, con l'obiettivo di portare a casa i 3 punti". Curiosamente, il prossimo allenatore (e manager) dei rossoneri potrebbe essere quel Ralf Rangnick che Demme conosce bene in quanto suo ex tecnico al Lipsia: il mediano traccia così un identikit di un personaggio ancora poco noto in Italia ma, nello stesso tempo, piuttosto affascinante. "E' un grande perfezionista che tira sempre fuori il meglio dai calciatori, inculcando loro l'idea che se conduci una vita quotidiana retta poi anche i risultati sportivi ne beneficiano. Con noi questo metodo funzionò e penso potrebbe accadere lo stesso al Milan". Poco male per il Napoli, che vola sotto la guida di quel Gattuso che a gennaio è stato tra i principali fautori dell'acquisto di Demme: il feeling tra i due è palpabile, come spiega lo stesso centrocampista. "Sono stato qui a dicembre per una visita di piacere e il primo incontro con il mister fu bellissimo, così com'è oggi il nostro rapporto. Al di là di Gattuso - continua il tedesco - mi trovo bene in generale in città, se si esclude il periodo della quarantena. Stesso discorso per la squadra: stiamo giocando un ottimo calcio e vogliamo continuare così".

I frutti non si può dire che non siano arrivati, come testimonia la fresca Coppa Italia messa in bacheca dal Napoli poco meno di un mese fa. "Mi godo ancora quel successo ma, nello stesso tempo, penso al percorso che ci aspetta in campionato e soprattutto in Champions League. Bisogna chiudere bene questa stagione per iniziare la prossima sui binari giusti fin dall'inizio". A proposito di Champions: l'intervista di Demme a Radio Kiss Kiss si chiude con un guanto di sfida lanciato al Barcellona, prossimo avversario nella competizione europea più prestigiosa. "Nella gara di andata abbiamo fatto capire di potercela giocare ad armi pari, come abbiamo intenzione di fare nel match di ritorno. Tuttavia, la forza dei blaugrana è innegabile e non sono stato certo io a scoprirla".