Mauro Icardi, 26 anni
Mauro Icardi, 26 anni

Napoli, 16 agosto 2019 - Aurelio De Laurentiis l'aveva dichiarato in un'intervista in terra americana: quest'estate il mercato del Napoli sta andando avanti su tre strade e, in un certo senso, finora la sua si sta rivelando quella più battuta.

IL PUNTO IN COMUNE - Il caso emblematico è il tormentone probabilmente destinato a rimanere tale James Rodriguez, autentico pupillo di Carlo Ancelotti ma quasi inviso (sportivamente parlando) al patron, che invece sembra destinato a convogliare risorse ed energie verso un altro obiettivo: Mauro Icardi, che sarà atteso verosimilmente fino agli ultimi giorni di agosto, dopodiché partirà l'assalto al piano B Fernando Llorente. Fino a quel momento e tolta la questione Hirving Lozano, vicina ad acquisire il crisma dell'ufficialità all'inizio della prossima settimana, il mercato del Napoli, nonostante le alte temperature estive, sarà letteralmente congelato, con buona pace di Ancelotti e dei suoi sogni. Da questo valzer di nomi è infatti uscito quasi del tutto quel James che non ha mai convinto né De Laurentiis Cristiano Giuntoli, in netta maggioranza rispetto al solo allenatore di Reggiolo. 2-1 e palla al centro, è proprio il caso di dire. Tuttavia, un punto in comune tra le tre correnti di pensiero c'è ed è rappresentato da Icardi, che avrebbe avuto già dei contatti telefonici sia con Ancelotti sia con alcuni giocatori del Napoli: l'argentino avrebbe ribadito che la sua priorità è tuttora rappresentata dalla Juventus, ma allo stesso tempo sarebbe arrivata una flebile apertura verso i colori azzurri nella quale confida De Laurentiis per mettere a segno l'unico colpo davvero desiderato in sede di mercato.

SFUMA JAMES - Più timido l'entusiasmo di Ancelotti che, come più volte dichiarato, più che un bomber preferirebbe un elemento che porti più qualità dalla trequarti in su. In estrema sintesi: quel James Rodriguez che non ha mai convinto i vertici di Castel Volturno che, si sa, non vogliono spingersi oltre l'eventuale acquisto del colombiano con la formula del prestito con diritto di riscatto. A ciò si sommano sia le idee opposte di Florentino Perez sia i tanti infortuni che stanno falcidiando la rosa del Real Madrid: l'ultimo in ordine cronologico ha colpito il retto femorale di Eden Hazard, con El Bandido che quindi verosimilmente troverà giocoforza spazio nelle rotazione di Zinedine Zidane. Insomma, una serie di combinazioni che rafforzano la posizione di De Laurentiis, lanciato verso il clamoroso all-in su Icardi.