Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
6 ago 2021
giusy anna maria d'alessio
Sport
6 ago 2021

Napoli, cala il gelo tra De Laurentiis e Insigne

Per ora tra i due nessun segnale di disgelo: colpa di un retweet del procuratore del capitano

6 ago 2021
giusy anna maria d'alessio
Sport
Aurelio De Laurentiis (Ansa)
Aurelio De Laurentiis (Ansa)
Aurelio De Laurentiis (Ansa)
Aurelio De Laurentiis (Ansa)

 

Napoli, 6 agosto 2021 - Chi si aspettava che la fine delle vacanze di Lorenzo Insigne portasse una svolta in ottica rinnovo è destinato a rimanere deluso: specialmente se la suddetta attesa svolta era intesa in accezione positiva.

Il retweet galeotto

  Per il momento infatti una novità da registrare in effetti c'è ma non è detto che faccia piacere ai tifosi del Napoli : tra il capitano e Aurelio De Laurentiis vige il gelo assoluto . Colpa delle rispettive inconciliabili pretese economiche ma, a quanto pare, non solo: pare infatti che il patron si sia legato al dito gli insulti ricevuti sui social in via indiretta (ossia tramite condivisione di messaggi altrui) da Vincenzo Pisacane , agente di Insigne . Proprio il procuratore del fantasista la prossima settimana si paleserà a Castel di Sangro : in linea teorica per parlare con il club del suo assistito, ma nella pratica sembra che tutte le porte in tal senso almeno per ora siano state chiuse da De Laurentiis . Insomma, all'orizzonte nessun dialogo e non solo per questioni di presunta permalosità del presidente: la verità è che neanche un'estate così lunga e intensa, vissuta tra l'altro a distanza a causa di Euro 2020 e seguenti vacanze, è riuscita a smussare le rispettive richieste per un rinnovo che appare sempre più complicato. Cominciamo da Insigne : il numero 24 (nonché 10 della Nazionale ), per prolungare la sua permanenza all'ombra del Vesuvio, continua a volere un quadriennale da 6 milioni a stagione a fronte dei 4,6 attualmente percepiti. Poi c'è De Laurentiis , che paradossalmente mette sul piatto un contratto al ribasso da 3,5 milioni all'anno con la scusa (vera o verosimile) della crisi che sta attanagliando il mondo del pallone.

Suggestione Messi?

  Insomma, un bel calcio anche a chi in questo momento nel capoluogo campano sta sognando il clamoroso approdo di Leo Messi , tanto per restare in tema di parametri zero di lusso. Molti tifosi azzurri stanno in effetti cavalcando quella che ad oggi è soltanto una suggestione sulla base della perdurante onda emotiva per la scomparsa di Diego Armando Maradona , il cui nome da mesi campeggia all'esterno dell'impianto di Fuorigrotta . Per la Pulce sarebbe una bella sfida provare a ricalcare le orme del suo più illustre connazionale, ma per un Napoli che fa fatica ad accontentare le richieste economiche del proprio capitano l'operazione appare insostenibile. A meno di colpi di teatro di Babbo De Laurentiis , uno che l'anno scorso sborsò ben 80 milioni per un singolo giocatore che non era nemmeno Messi .

Leggi anche - Napoli, Machach la rivelazione dell'estate

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?