Gianluca Gaetano torna alla Cremonese (Ansa)
Gianluca Gaetano torna alla Cremonese (Ansa)

Napoli, 27 luglio 2021 - I rinforzi dal mercato ma non solo: in attesa di eventuali volti nuovi, il cui arrivo è legato alle uscite, Luciano Spalletti studia i giocatori attualmente presenti nella rosa del suo Napoli, con una particolare attenzione ai giovanissimi.

Il possibile vice Di Lorenzo

Si tratta di Alessandro Zanoli, Gianluca Gaetano, Michael Folorunsho e Karim Zedadka, un poker che già a Dimaro aveva ben figurato sia negli allenamenti sia nei test contro Bassa Anaunia e Pro Vercelli. A proposito di amichevoli: il livello salirà nettamente sabato 31 luglio, quando alle 16:30 i partenopei sfideranno il Bayern Monaco in una cornice, quella dell'Allianz Arena, che i suddetti virgulti potrebbero toccare molto da vicino. Difficile che tutti e 4 possano figurare nell'elenco dei titolari, ma a partita in corso una chance è altamente ipotizzabile: anche perché è lo stesso Spalletti che vuole capirci qualcosa in più sul giovani d'oro del Napoli.

Già, ma chi sono? Il borsino attuale vede Zanoli in pole position per restare in pianta stabile in prima squadra per meriti suoi e demeriti di chi, a fine luglio, ha lasciato ancora scoperta la corsia destra del Napoli. Insomma, Elseid Hysaj è andato via da settimane e in quella zona del campo, a parte Giovanni Di Lorenzo (tra l'altro reduce dalle fatiche di Euro 2020 e dalle seguenti lunghe e meritate vacanze), non c'è nessuno: eccezion fatta per Zanoli, classe 2000 di scuola Carpi che già in ritiro si è messo in mostra per le sue ottime qualità sia in fase di spinta sia di copertura.

Il nuovo Bakayoko

 Stessa età, ma ruolo e notorietà diversi: Gaetano il palcoscenico della Serie A lo ha già assaggiato grazie al suo grande estimatore Carlo Ancelotti che, come tutti, si chiedeva quale fosse la zolla migliore dove schierare il giocatore fresco di prestito alla Cremonese. All'inizio in Gaetano molti vedevano il possibile erede di Lorenzo Insigne, ma strada facendo si è capito che il meglio, il giocatore già nel giro delle Nazionali minori, lo dà in una zona più arretrata del campo: trequarti o addirittura cabina di regia. In mediana invece potrebbe esserci Folorunsho: fisico, esperienza (classe '98, è il 'veterano' di questo drappello) e già tanti crediti guadagnati agli occhi di Spalletti, che magari potrebbe ritrovarsi già in casa una sorta di nuovo Tiémoué Bakayoko. Si torna sulle corsie per Zedadka: basse o alte? In realtà l'algerino, nato nel 2000, a sinistra sa fare tutto, ma le spiccate doti offensive lo rendono al momento poco adatto al ruolo di terzino.

Leggi anche - Napoli, Rrahmani: "Bisogna dimenticare Verona"