Stefan Lainer, 25 anni

Napoli, 13 giugno 2018 - Non solo il portiere e almeno un centrocampista: la priorità in casa Napoli al momento è anche tutelarsi per la corsia destra, che a breve potrebbe essere letteralmente stravolta.

VICINO LAINER - Per la precisione, la data clou all'ombra del Vesuvio è il 30 giugno, giorno in cui scade la clausola rescissoria di 50 milioni di Elseid Hysaj. Poi, verosimilmente, Aurelio De Laurentiis tenterà di blindare il terzino albanese proponendogli il rinnovo, ma l'impressione è che un nuovo rinforzo sull'out di destra sia in predicato di arrivare lo stesso. La motivazione è semplice: anche in caso di permanenza di Hysaj, c'è comunque la casella di Christian Maggio che, salvo colpi di scena, resterà vuota. Ecco perché il Napoli è vicino ad accaparrarsi il terzino austriaco Stefan Lainer, oggi al Salisburgo, che potrebbe accontentarsi di un'offerta da 10 milioni per lasciare andare il 25enne, abile a coprire tutta la corsia destra. Ma, come si diceva, le esigenze di mercato per quel ruolo sembrano prospettare agli azzurri una sorta di rivoluzione, con conseguente sguardo del ds Cristiano Giuntoli su vari giocatori.

GLI ALTRI PROFILI - L'idea, come sempre quando di mezzo c'è De Laurentiis, è quella di scovare qualche giovane talento da far svezzare specialmente in caso di permanenza di Hysaj. In cima alla lista in casa Napoli c'è Achraf Hakimi, 19enne di scuola Real Madrid, società con cui ha appena firmato un prolungamento di contratto per i prossimi 5 anni: una notizia pessima per le tante pretendenti sparse in giro per l'Europa, tra cui ovviamente i partenopei. Arriva poi la sostanziosa parentesi svizzera: sotto i riflettori di Giuntoli sono finiti Jordan Lotomba e Nico Elvedi. Il primo è un classe '98 dello Young Boys che piace da tempo al ds del Napoli e non solo, visto che conta già due presenze con la rappresentativa Under-21 elvetica. Sembra quasi un gioco di parole ma poi c'è Elvedi, 21enne del Borussia Monchengladbach e della Nazionale, stavolta quella maggiore, svizzera. Quest'ultimo profilo è sicuramente il più costoso - con una valutazione di mercato vicina ai 17 milioni - ma, oltre a una discreta dose di esperienza, è dotato anche di un'estrema duttilità: Elvedi infatti può giocare in ogni ruolo della difesa e, all'occorrenza, può fare pure il mediano, tant'è vero che nel suo paese i paragoni con Fabian Schar si sprecano. Tanti nomi e una sola certezza: la corsia destra del Napoli a breve sembra in procinto di cambiare radicalmente.