Luciano Spalletti (Ansa)
Luciano Spalletti (Ansa)

Napoli, 30 luglio 2021 - Quella in programma sabato 31 luglio alle 16:30 è soltanto un'amichevole, ma quando di mezzo c'è il Bayern Monaco il dovere assoluto, anche se si tratta di mero calcio d'estate, è evitare brutte figure: ecco che quindi Luciano Spalletti studia con cura la formazione con cui schierare il suo Napoli, alle prese con una limitata gamma di scelta all'altezza della mediana.

Chance per Lobotka

 

Con Demme fuori causa (per lui il rientro è fissato per ottobre inoltrato), Fabian Ruiz ancora in vacanza e in generale la lacuna lasciata dall'addio di Bakayoko, a centrocampo le scelte del tecnico toscano sono ridotte all'osso. La prima mossa di Spalletti sarà verosimilmente accantonare momentaneamente il 4-2-3-1 e affidarsi a un 4-3-3 che in fondo rientra nella gamma dei moduli 'fluidi' progettati per il Napoli, che da adesso in poi dovrà essere più elastico in tal senso. In cabina di regia ci andrà giocoforza Lobotka, che in questa fase sarà chiamato a far ricredere chi è ancora scettico sul suo conto: tanti, per la verità, di cui presumibilmente qualcuno anche in seno alla società. Insomma, in piena era di spending review risulta difficile immaginarsi un Aurelio De Laurentiis felice di aver sborsato 24 milioni per colui che di fatto sarebbe diventato la riserva delle riserve del centrocampo azzurro, reparto che domani sarà completato da Elmas e Zielinski: per quest'ultimo, dopo le ottime prove sulla trequarti, una sorta di ritorno alle origini e in generale una testimonianza dell'ormai nota duttilità tattica che ne fanno un oggetto pregiato sul mercato.

Esame per Osimhen e Ounas

 

Il resto della formazione, alla luce di chi è già presente in rosa e chi invece deve ancora rientrare dalle vacanze, è presto fatta: tra i pali ci sarà Contini, protetto dalla coppia centrale composta da Koulibaly e Rrahmani. Un'altra nota dolente dell'attuale roster azzurro è la gamma dei terzini, ridotta all'osso da addii e mancati acquisti: un po' il tormentone finora del mercato del Napoli, che domani sulle corsie basse vedrà schierati Mario Rui a sinistra e Malcuit a destra. Il fulcro dell'attacco sarà un Osimhen apparso in ottima forma in quel di Dimaro: per lui con il Bayern, al netto del contesto amichevole e delle assenze presenti anche tra i tedeschi, un esame di maturità in quella che sarà la stagione della verità sul suo conto. Ad assistere il nigeriano Politano e Ounas: quest'ultimo si gioca forse l'ultima chance per far ricredere Spalletti, che al momento ha dato il via libera alla sua cessione.

Leggi anche - Napoli, mercato paralizzato senza cessioni