24 feb 2022

Europa League, Napoli-Barcellona 2-4: azzurri eliminati ai sedicesimi

Il playoff per accedere agli ottavi sorride ai blaugrana, in gol con Jordi Alba, De Jong, Piqué e Aubameyang: vane per i partenopei le reti di Insigne e Politano

giusy anna maria d'alessio
Sport
Pierre-Emerick Aubameyang (Ansa)
Pierre-Emerick Aubameyang (Ansa)

 

Napoli, 24 febbraio 2022 - Troppo Barcellona per il Napoli: è questa l'estrema sintesi del ritorno dei sedicesimi di Europa League, con il 4-2 finale in favore dei blaugrana, a segno con Jordi Alba, De Jong, Piqué e Aubameyang, che non fotografa alla perfezione un dominio nettissimo. Neanche il rigore guadagnato da Osimhen e trasformato da Insigne al 23' e la rete firmata da Politano all'87' hanno di fatto mai messo in discussione l'esito di un confronto che, a prescindere dall'assenza di Messi, alla fine si è rivelato decisamente impari.

Primo tempo

 

Il Napoli parte forte ma all'8', al primo affondo, è il Barcellona a passare in vantaggio con Jordi Alba, che riceve da Traoré e al volo trafigge Meret: nel mirino ci finisce il corner battuto male da Insigne che aveva alimentato la fuga in contropiede del numero 11 blaugrana. Le cattive notizie per gli azzurri non sono finite, visto che al 13' De Jong trova il raddoppio con un destro a giro che non lascia scampo al portiere di casa: bello nell'occasione il tacco con cui Ferran Torres aveva servito l'olandese, troppo libero nel concludere a rete. Dest e Aubameyang dalla conclusione non hanno la stessa fortuna, quella che invece capita al 21' a Osimhen, colpito al piede dall'uscita di Ter Stegen: Karasev indica il dischetto, sul quale è implacabile Insigne. La rete azzurra è però piuttosto episodica, perché il Barcellona torna a creare occasioni in sequenza: prima Ferran Torres vede la sua botta dal limite deviata in maniera provvidenziale da Mario Rui e poi, sugli sviluppi del corner seguente, Aubameyang, solo all'altezza del secondo palo, di testa mette la palla incredibilmente fuori. Al 45' da un'azione analoga fa decisamente meglio Piqué, che col mancino manda la palla prima sul palo e poi nel sacco facendo calare il sipario del primo tempo su un pesantissimo 3-1 in favore degli ospiti.

Secondo tempo

 

I ritmi nella prima parte della ripresa sono piuttosto blandi alla luce di una partita di fatto già indirizzata: a peggiorare la situazione del Maradona ci si mette il destro a giro al volo con il quale al 59' Aubameyang capitalizza al meglio una grande manovra corale orchestrata da Traoré e De Jong. La reazione immediata del Napoli è tutta in un destro a incrociare troppo largo di Osimhen: un sorriso per il pubblico di Fuorigrotta arriva all'87', quando Mertens recupera palla e serve Politano, che buca Ter Stegen, che aveva avviato l'azione con un errore dettato dal pressing azzurro. Il portiere ospite si riscatta al 90' neutralizzando il tentativo di Petagna sul quale si spengono le flebili speranze di rimonta del Napoli, che lascia l'Europa League travolto dalla furia del Barcellona di Xavi.

Olympiacos-Atalanta 0-3: Dea avanti agli ottavi

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?