Zapata, autore del primo gol dell'Atalanta (LaPresse)
Zapata, autore del primo gol dell'Atalanta (LaPresse)

Napoli, 22 aprile 2019 - Colpaccio dell'Atalanta in casa del Napoli nel posticipo di oggi che chiude la 33esima giornata di Serie A. I nerazzurri espugnano il San Paolo (1-2 il risultato finale) e salgono a quota 56 punti, superando la Roma (a 53) e appaiando il Milan al quarto posto in classifica

Serie A, risultati e classifica

Sono i partenopei a portarsi avanti al 28' del primo tempo con un gol di MertensZapata aggancia il pari al 24' della ripresa. Dieci minuti dopo Pasalic firma la rimonta. Ora la squadra di Ancelotti, ferma a 67 punti, è costretta a guardarsi alle spalle dall'Inter. Fischi dagli spalti. 

Napoli-Atalanta, rivivi la diretta

image

​La cronaca e i gol

 di GIUSY ANNA MARIA D'ALESSIO

Il gol siglato con il lato B da Mertens al 28' del primo tempo faceva ben sperare il Napoli, ma nella ripresa la partita cambia totalmente volto e l'Atalanta, grazie alle reti di Zapata e Pasalic, espugna il San Paolo e piazza un gran colpo in ottica Champions: gli orobici agganciano infatti il Milan al quarto posto, mentre per gli azzurri il finale di stagione si tinge di colori sempre più scuri.

Ancelotti, privo di Maksimovic, dietro si affida a Chiriches in coppia con Koulibaly a protezione di Ospina: davanti resta in panchina Insigne, con Milik e Mertens dal 1'. Esclusione eccellente pure per Gasperini: fuori Ilicic e dentro Pasalic, pronto a rifornire Gomez e Zapata. A rompere un equilibrio lungo 28' è Mertens dopo che il cross basso di Malcuit aveva precedentemente colpito Mancini e poi appunto il lato B del belga, che al 34' sfiorerà la doppietta con una serpentina in area sventata all'ultimo da Djimsiti. Poco dopo è bravo Gollini a intercettare in uscita l'affondo di Zielinski, per la verità poco freddo. I due brividi ravvicinati svegliano l'Atalanta, che sul ribaltamento di fronte si fa vedere con il diagonale di Gomez che mette in difficoltà Ospina; il colombiano sarà invece più reattivo in pieno recupero, quando proprio il Papu lo impegnerà con una botta da fuori.

Al rientro dagli spogliatoi è ancora il Napoli a coprire meglio il campo: al 48' Hysaj, dopo uno scambio con Zielinski, supera De Roon e punta verso il primo palo, coperto bene da Gollini, mentre poco dopo sarà ancora più bravo Masiello a salvare sulla linea il lob di Milik. Passato lo spavento l'Atalanta si fa più offensiva con la conclusione da fuori di Gomez, respinta con un bagher da Ospina, che poi vedrà il diagonale di Hateboer spegnersi a lato. Proprio da un errore del numero 33 nerazzurro al 67' nasce un nuovo assalto degli azzurri, ma stavolta Mertens grazia gli ospiti. Dal possibile 2-0 all'1-1: al 69' Hateboer si riscatta crossando basso per Zapata, che con una girata al volo trafigge Ospina. Sull'onda del momento gli orobici sfiorano addirittura il sorpasso con il mancino di Ilicic e la botta da fuori di De Roon. E' il preludio al vantaggio dell'Atalanta all'80': a segnare è Pasalic, che a porta sguarnita sfrutta l'assist di Zapata e il precedente lavoro di Ilicic. Vani nel finale gli assalti dalla distanza di Milik e Callejon: il risultato non cambia e a sorridere è una super Atalanta formato Champions.
 

Tabellino 

Reti: pt 28' Mertens (N); st 14' Zapata (A), 35' Pasalic (A).

Napoli: Ospina; Malcuit, Chiriches (13' pt Luperto), Koulibaly, Hysaj; Callejon, Fabian Ruiz, Allan, Zielinski (37' st Verdi); Milik, Mertens (32' st Younes). A disp. Meret, Karnezis, Mario Rui, Gaetano, Insigne, Ghoulam. All. Ancelotti.

Atalanta: Gollini; Mancini (1' st Palomino), Djimsiti, Masiello; Hateboer (31' st Gosens), de Roon, Freuler (9' st Ilicic), Castagne; Pasalic; Gomez, Zapata. A disp. Berisha, Rossi, Reca, Piccoli, Pessina, Ibañez, Colpani, Delprato, Barrow. All. Gasperini.

Arbitro: Orsato di Schio.

Note: ammoniti Mancini (A), Hysaj, Fabian Ruiz (N).