Allan (Ansa)
Allan (Ansa)

Napoli, 16 agosto 2020 - C'è un Allan ormai fuori dal progetto del Napoli e un altro corteggiato dalle migliori squadre d'Europa: l'estate del brasiliano è rovente e intorno a essa girano le sorti dell'intero mercato azzurro.

Specialmente adesso che l'addio di Kalidou Koulibaly non è poi così sicuro a causa della mancanza di offerte congrue alle richieste di Aurelio De Laurentiis, la cessione del mediano diventa linfa vitale per alimentare le casse del club partenopeo. Il patron valuta l'ex Udinese non meno di 40 milioni, cifra alla quale finora si è avvicinato maggiormente l'Everton di Carlo Ancelotti. Già, finora, perché attorno ad Allan si sta accendendo una vera e propria asta alla quale si stanno iscrivendo sempre più società. Non ultime l'Atletico Madrid e il Borussia Dortmund, che ha già formulato una prima offerta: 25 milioni più bonus, somma non sufficiente a soddisfare il Napoli. Insomma, la partenza del brasiliano è cosa quasi sicura ma al momento manca ancora l'acquirente e, dettaglio non da poco, il raduno in vista della nuova stagione si avvicina. Lo scenario che gli azzurri vogliono evitare è portare al ritiro di Castel di Sangro giocatori chiaramente fuori dal progetto: su tutti Arkadiusz Milik e, appunto, Allan. Il tempo stringe e le offerte arrivate per il mediano non soddisfano un presidente che notoriamente non ama abbassare la testa come De Laurentiis. Tuttavia, anche il patron è consapevole che l'annata appena archiviata è stata piuttosto opaca per il Napoli e per i singoli calciatori, il cui valore sul mercato è letteralmente crollato.

La mente torna a gennaio 2019, quando il Paris Saint-Germain era disposto a fare follie per Allan, con tanto di offerta monstre recapitata sulla scrivania del quartier generale di Castel Volturno: 60 milioni più bonus per il classe '91, che fu "costretto" a restare all'ombra del Vesuvio a causa del netto diniego di ADL, che per cedere il perno del centrocampo azzurro dell'epoca chiedeva addirittura 120 milioni. Da quel momento in poi Allan staccò mentalmente la spina dal Napoli, con le conseguenze note a tutti in campo e fuori: dalle scarse prestazioni sul rettangolo verde alla picchiata del valore di un cartellino tuttora ambito dai grandi club europei. Probabilmente non arriveranno più gli oltre 60 milioni messi sul piatto dal PSG, ma l'impressione è che stavolta De Laurentiis non possa tirare troppo la corda per non restare di nuovo con un pugno di mosche in mano e un reietto ancora nella rosa.