Roma, 13 novembre 2021 - Il pareggio per 1-1 fra Italia e Svizzera lascio tutto aperto nel girone C. A una giornata dalla fine delle qualificazioni mondiali, gli azzurri e gli elvetici infatti comandano a braccetto la classifica con 15 punti, anche se la Nazionale di Roberto Mancini è davanti agli avversari grazie alla migliore differenza reti. Al momento Bonucci e compagni hanno messo a segno 13 gol, subendone due, mentre la selezione guidata in panchina da Murat Yakin ne ha incassati altrettanti, ma realizzati due in meno. Un piccolo vantaggio, ma che potrebbe rivelarsi decisivo per i nostri portacolori nella corsa al primo posto. 

Italia qualificata se....

Nell'ultimo impegno, in programma lunedì sera, l'Italia farà visita all'Irlanda del Nord, terza e già certa di restare esclusa dal prossimo Mondiale. A pari punti dell'Irlanda c'è la Bulgaria, che la Svizzera ospiterà a Lucerna.

Per qualificarsi, gli azzurri devono vincere a Belfast, ma questo potrebbe non bastare. Già, perché se Shaqiri e soci dovessero fare altrettanto, allora si dovrà buttare un occhio appunto alla differenza reti finale. Il che significa che per cautelarsi, i ragazzi di Mancini dovranno rifilare più gol possibili all'Irlanda.

Anche perché, se pure la differenza reti dovesse risultare in parità, allora conterà proprio il numero di gol realizzati. L'ultimo criterio a cui si dovrà guardare in caso di perfetto equilibrio anche fra gli attacchi sarà infine quello relativo alla reti segnate in trasferta negli scontri diretti: con l'1-1 di ieri, la Svizzera è avanti, visto che all'andata la sfida si concluse sullo 0-0. 

Le pagelle di Italia-Svizzera