Roma, 22 maggio 2018. Terminato il campionato con un terzo posto meritato e guadagnato punto su punto ora la Roma guarda da lontano i suoi gioielli splendere nelle rispettive nazionali per i Mondiali di Russia. Il portiere Allison è uno di questi. Il numero 1 giallorosso sarà una pedina imprescindibile dei brasiliani che, come al solito, arrivano al Mondiale da favoriti. "Non temiamo nessuno, ma dobbiamo rispettare tutti" - ha detto oggi Allison arrivato in ritiro con i verdeoro - "La Germania è una delle favorite, poi ci sono la Spagna, l’Argentina e noi. Ma il discorso dei favoriti finisce quando si scende in campo. La “brasilianità” sarà ben rappresentata da noi che giochiamo in Europa ma che non abbiamo perso nulla del nostro carattere brasiliano". L'estremo difensore della nazionale che vanta più titoli mondiali ha raggiunto i suoi compagni in ritiro con qualche giorno di ritardo. "Taffarel mi ha detto che sono in ritardo ma avevo un accordo con la Roma e non potevo arrivare prima"- ha dichiarato Allison nel corso di un'intervista al canale della federazione brasiliana - "Fosse stato per me sarei stato il primo a presentarsi qui perché sono felice di difendere i colori del Brasile". Il mondiale è l'evento che sognano tutti i calciatori e Allison si appresta a viverlo da vero protagonista del suo Brasile. "È bello tornare a casa, nel nostro Paese e arrivare qui alla Granja Comary per difendere la Seleçao nel Mondiale una competizione che aspetto da tanto tempo" - continua il portiere - "Sono due anni che faccio parte di questo progetto con il gruppo della nazionale ed abbiamo lavorato tantissimo. Ora faremo tutto quello che c’è da preparare nei minimi dettagli per arrivare nel migliore dei modi al torneo con la volontà di raggiungere il miglior risultato possibile".

NAINGGOLAN ESCLUSO DAL MONDIALE: PROTESTA DEI TIFOSI. Radja Nainggolan, invece, dovrà accontentarsi di guardare il mondiale da spettatore. Il belga, infatti, non è tra i convocati del ct Martinez. La decisione ha fatto discutere molto i tifosi dei Red Devils e la stampa belga e italiana, al punto tale da far pronunciare sul caso la stessa federazione belga. "Ieri il nostro ct Roberto Martinez ha annunciato i suoi preconvocati tanto attesi per il Mondiale in Russia. Questa preselezione non è stata accolta positivamente da tutti" - si legge nel comunicato nel quale viene confermata la fiducia al ct - "L’URBSFA ci tiene a sottolineare che comprende questa reazione. È la migliore prova che i sostenitori dei Red Devils sono appassionati e si preoccupano per la loro squadra. Come federazione, abbiamo prolungato il contratto del nostro selezionatore. Lo abbiamo fatto perché crediamo sia la persona giusta per dirigere i Diavoli Rossi".