Stefano Pioli (ANSA)
Stefano Pioli (ANSA)

Milano, 12 febbraio 2020 – Mercoledì di vigilia per il Milan di Stefano Pioli che domani sera alle 20.45 affronterà la Juventus nel match d’andata delle semifinali di Coppa Italia. Per i rossoneri sarà la prima occasione per provare ad archiviare la delusione per la rimonta subita nel derby. Fondamentale però sarà conservare quanto di buono fatto vedere contro i nerazzurri ma non solo come ammesso a Milan TV da mister Stefano Pioli: “Sarebbe forse troppo facile ripartire solo dal primo tempo del derby. In partita abbiamo fatto tante cose positive e fatto vedere che ci siamo avvicinando a squadre di alto livello e questo ci deve dare fiducia e consapevolezza nei nostri mezzi, ma dobbiamo anche aver capito che non si può mollare per tutti i 90 minuti. Dobbiamo imparare molto da questa partita e già da domani avere più grinta e continuità”. L’avversario di domani ha bisogno di ben poche presentazioni: “L’occasione forse migliore che ci potesse capitare. Stiamo parlando della miglior squadra d’Italia e una tra le migliori d’Europa e quindi davanti a noi abbiamo l’opportunità di dimostrare che non siamo da meno”.

La sfida di campionato vinta 1-0 dai bianconeri potrebbe essere un buon metro di paragone per i rossoneri che puntano al colpaccio: “Noi siamo cambiati molto rispetto a quel match ma ci sono situazioni che potrebbero riproporsi. Il fatto di aver avuto tante occasioni non sfruttate in quella gara ci deve dare la consapevolezza che ogni partita va affrontata con la giusta determinazione”. Dalla loro i rossoneri domani sera avranno anche la spinta di quasi 70.000 spettatori presenti a San Siro: “Anche contro l’Inter non abbiamo di fatto giocato fuori casa e questo ci ha dato forse qualche rimpianto in più, ma dobbiamo subito svoltare e dimostrare che possiamo crescere e abbiamo i mezzi per fare bene. Arrivare in finale per noi sarebbe un obiettivo importante e siamo pronti per affrontare la gara di domani”. La voglia e le possibilità per mettere in difficoltà la Juventus non mancheranno, insomma: “Andiamo sempre in campo con la convinzione di poter colpire gli avversari. A maggior ragione in questo periodo in cui creiamo molte occasioni e segniamo tanto. In una partita si presentano diverse occasioni e noi dovremo essere bravi a sfruttarne il più possibile”.