Milan-Torino, Cutrone fallisce una palla gol (Ansa)
Milan-Torino, Cutrone fallisce una palla gol (Ansa)

Milano, 9 dicembre 2018 - Non c’è stata la reazione chiesta da Rino Gattuso in conferenza alla vigilia del match: ancora una volta il Milan non riesce a trovare la continuità dopo la vittoria ottenuta contro il Parma e ad approfittare del passo falso dell’Inter, terza in classifica e distante ancora tre punti. 

Serie A, risultati e classifica della 15esima giornata

E così, dopo aver fermato proprio i nerazzurri sul pari alla seconda partita del campionato, il Torino riesce a strappare un punto anche all’altra milanese, continuando la sua marcia verso l’Europa League. Gli uomini di Walter Mazzarri non hanno quasi mai sofferto i rossoneri, soprattutto in avvio di partita, quando Iago Falque è arrivato a un soffio dall’1-0 con un colpo di testa deviato da una super parata di Gigio Donnarumma. 

Con un Higuain che crea tanto ma non riesce a incidere come vorrebbe, a suonare la carica in attacco è Cutrone che dimostra ancora una volta di avere la personalità giusta per essere considerato come uno dei veri trascinatori di questo Milan. 

Anche nella ripresa il copione non cambia: il Torino continua a premere il piede sull’acceleratore alla ricerca del gol, bombardando Donnarumma con tiri che però non trovano mai lo specchio della porta. I rossoneri provano a rispondere alla grinta dei granata con qualche tentativo di Higuain e l’ingresso in campo di Castillejo che si dimostra pericoloso fin da subito. Gli ultimi dieci minuti della partita sono un assedio totale per i ragazzi di Gattuso: il Milan prova a tutti i costi a raggiungere il gol della vittoria trascinato ancora da Cutrone che all’87’ si divora clamorosamente il matchpoint a tu per tu con Sirigu. 

Niente da fare quindi per i rossoneri che si arrendono davanti a uno straripante Torino, pericoloso per tutti i 90 minuti con le sue folate offensive. Poche le occasioni importanti invece per il Milan, nonostante l’attacco a due schierato da Gattuso: i rossoneri avranno bisogno di rivedere l’efficacia del reparto avanzato per affrontare al meglio le ultime partite del girone di ritorno, quelle che almeno sulla carta potrebbero regalare tanti punti per tentare l’assalto al terzo posto.