Stefano Pioli (Ansa)
Stefano Pioli (Ansa)

Milano, 24 febbraio 2021 – La voglia di riscatto è più forte che mai in casa del Milan che domani sera alle 21 (diretta su Sky Sport) ospita a San Siro la Stella Rossa nel match di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League: “Abbiamo tanta voglia di reagire – ha detto oggi in conferenza mister Stefano Pioli – anche perché il gruppo è consapevole dei propri mezzi. Già domenica avevamo l’intenzione di ripartire. Dobbiamo puntare sulle nostre convinzioni e dimostrare che si può abbinare il buon calcio ai risultati”. Il periodo che i rossoneri stanno attraversando è però innegabilmente complicato: “Il percorso è stato difficile e complicato ma è normale che si alzi il livello e noi siamo stati in grado di superare diversi ostacoli. Ora dobbiamo pensare a quello di domani. Abbiamo un piccolo vantaggio ma non ci permette di gestire la gara. Per passare il turno servirà tanta qualità”. Per uscire dal momento difficile sarà importante invece ritrovare intensità e continuità: “Abbiamo analizzato il derby, nel quale abbiamo espresso il nostro gioco solo tra la fine del primo e l’inizio del secondo tempo. C’è stata poca intensità. Si può cadere ma non bisogna rimanere fermi nella caduta. Già da domani bisognerà ripartire con ritmo e continuità”.

Le polemiche Ibra-Sanremo

Anche domani però il tecnico emiliano dovrà fare ancora a meno di alcune pedine, tra cui Ismael Bennacer: “Bennacer non ha fortunatamente avuto una ricaduta ma per questa settimana non lavorerà assieme alla squadra. Speriamo in ogni caso di averlo a disposizione al più presto”. Pioli ha poi cercato di smorzare le polemiche nate dalla partecipazione di Zlatan Ibrahimovic al Festival di Sanremo: “Parlo ogni giorno con lui e abbiamo già stilato il programma per quei giorni. Salterà un paio di allenamenti con la squadra ma non mancherà alle partite. Se c’è un campione che può reggere questo tipo di pressioni, quello è lui. Anzi credo che tutto questo gli dia maggiori motivazioni per aiutare i compagni”. Sotto la lente della critica c’è però finito anche Romagnoli per le ultime prestazioni un po’ opache: “Non amo trovare colpevoli singoli. Si vince e si perde di squadra. Ha fatto tanto per far crescere la squadra e i più giovani, è il nostro capitano. Dobbiamo restare compatti anche perché certe sconfitte possono farci crescere”.

Leggi anche - Europa League 2021 in tv: Milan, Napoli e Roma. Probabili formazioni e orari