Shevchenko (Ansa)
Shevchenko (Ansa)

Milano, 13 maggio 2020 – Il legame tra Andriy Shevchenko e il Milan non si è mai interrotto. L’ex attaccante ucraino, che ha vestito la casacca rossonera in due diverse parentesi segnando 175 reti in 322 presenze e vincendo tra le altre cose uno scudetto e la Champions League del 2003 (suo il rigore decisivo contro la Juventus), lo ha ribadito anche oggi in collegamento su Instagram con Carlo Pellegatti al quale ha confessato di sognare di sedersi sulla panchina milanista in futuro: “Un giorno mi piacerebbe tornare al Milan nelle vesti di allenatore. Ho il club nel cuore – ha confessato l’attuale commissario tecnico della nazionale ucraina – e nutro grande affetto per i tifosi. Vedremo se e quando succederà ma quel che è certo è che questo è un mio obbiettivo. Al momento comunque penso solo all’Ucraina e sono concentrato sulla mia nazionale.”

Shevchenko ha poi parlato del momento attuale dei rossoneri e dato un prezioso consiglio ai giocatori: “In questo momento la cosa più importante per il Milan è finire bene la stagione se il campionato riprenderà. Tutti devono dare il massimo per raggiungere questo obiettivo e poi si vedrà successivamente cosa riserverà il futuro. Ai giocatori, come ho detto, consiglio di dare sempre tutto in partita e allenamento. In questo modo riusciranno ad avere il massimo rispetto dai tifosi rossoneri".