Fonseca (ANSA)
Fonseca (ANSA)

Milano, 26 ottobre 2020 – Si chiude con un pirotecnico 3-3 il posticipo tra il Milan – arrivato al 23° risultato utile consecutivo e ancora in vetta alla classifica in solitaria – e la Roma, che è riuscita a fermare una striscia di otto vittorie di fila dei rossoneri, riacciuffandoli per ben tre volte. Bicchiere mezzo pieno quindi a fine gara per mister Paulo Fonseca ai microfoni di Sky: “Di positivo c’è che abbiamo fatto tre gol, di negativo che ne abbiamo subiti altrettanti. La partita comunque è stata molto equilibrata, siamo partiti in svantaggio ma poi abbiamo saputo reagire bene e con coraggio. Purtroppo abbiamo anche sbagliato qualche scelta davanti. Io avrei voluto vincere ma credo che questo sia un buon risultato anche perché siamo finiti in svantaggio per tre volte”. Il tecnico portoghese non poi voluto fare polemiche in merito ai due rigori molto dubbi concessi da Giacomelli: “Non penso di dover commentare gli episodi arbitrali. Tutti noi possiamo commettere errori e credo che questi eventuali errori abbiano penalizzato entrambi”.

Pioli soddisfatto

Un pari che lascia tutto sommato soddisfatto anche mister Stefano Pioli, che ha elogiato la qualità espressa dalla sua squadra ma preferisce non soffermarsi sulla classifica: “Vado a casa soddisfatto della prestazione della squadra. Non è questo il momento di guardare la classifica e non lo stiamo facendo. E’ chiaro e inutile nascondere che a fine partita i miei giocatori non erano soddisfatti del pareggio perché, quando si va tre volte in vantaggio e si esprime un buon livello, il rimpianto di non aver portato a casa i tre punti ci può essere. Ci abbiamo provato fino alla fine e l’ultima occasione di Romagnoli lo testimonia e la prestazione secondo me è stata di livello anche perché l’avversaria era forte. Abbiamo concesso il giusto e purtroppo le palle inattive sono state sfruttate meglio da loro. Una bella partita che ci lascia la consapevolezza che questa la strada sia giusta”.

L’allenatore rossonero non ha poi voluto aggrapparsi alle assenze o agli errori arbitrali – non commentati – e individuali come quello di Tatarusanu sul gol dell’1-1 di Dzeko: “Gli errori fanno parte del calcio. Non conosco giocatori che non sbagliano mai. Sul calcio d’angolo Tatarusanu ha sbagliato i tempi di uscita ma lo reputo un portiere forte. Era al debutto e quindi qualcosa può avere pagato. Abbiamo fatto una buona prestazione e non mi voglio soffermare sui singoli anche se poi è chiaro che le analizzeremo”. Pioli ha infine speso parole d’elogio per Rafael Leao, autore di due assist: “Sono molto contento della sua prestazione. In settimana gli ho parlato e gli ho detto cosa mi aspetto da lui. Deve proseguire su questa strada perché è giovane e molto forte”.

Leggi anche - Champions League in tv, orari e probabili formazioni di martedì 27 ottobre