Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 10 novembre 2021 - La settimana idealmente cominciata con il pareggio nel derby che ha permesso al Milan di proseguire il suo cammino in vetta alla classifica, è proseguita per Stefano Pioli con un importante riconoscimento personale: il tecnico rossonero ha infatti ricevuto quest’oggi il Premio Liedholm 2021, attribuito a personaggi dello sport che si sono distinti non solo per i risultati sportivi ma anche per quei valori di lealtà, correttezza, signorilità, trasparenza ed eleganza che tanto hanno contraddistinto la vita e la carriera sportiva di Liedholm. Pioli è intervenuto a margine della premiazione e ha ovviamente parlato del Milan e anche di futuro, auspicando di restare il più a lungo possibile in rossonero: “Mi auguro che sia così. Sin dal primo giorno al Milan ho sensazioni positive e ho creato un ottimo rapporto con tutti. Assieme stiamo tutti bene e remiamo nella medesima direzione e questo è molto importante”.

Il progetto e la Nazionale

Pioli ha poi parlato del progetto impostato sotto la sua guida: “E’ un po’ difficile trovare analogie tra il mio Milan e quello di Liedholm. Il nostro ciclo è iniziato due anni fa e adesso speriamo di raccoglierne i frutti. In queste cose ci vuole tempo ma noi stiamo cercando di ottenere i massimi risultati nel minor tempo possibile. Questo Milan ha bisogno di crescere ma anche di sbagliare per poter trasformarsi in una grande squadra”. Infine l’allenatore del Milan ha concesso una battuta sulla possibilità di allenare un domani anche la Nazionale: “In futuro sì ma adesso voglio stare il più possibile sul campo. Il Milan è un grande club e spero di rimarci il più a lungo possibile”.