Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 13 marzo 2021 – Le ottime prove contro il Verona e il Manchester United hanno portato in dote al Milan risultati preziosi ma soprattutto tanta fiducia in vista del delicato impegno di domani sera (calcio d’inizio domani alle 20.45 con diretta su Sky Sport) in casa contro il Napoli: “Il Napoli gioca un buon calcio - ha spiegato Pioli - e ha ottime qualità. Ha attraversato un periodo delicato ma poi si è compattato attorno a Gattuso. Sarà una gara complicata contro una delle migliori squadre del campionato. Hanno posizioni in campo diverse rispetto al Verona ma hanno comunque difensori forti fisicamente e attaccanti veloci”. Anche il Milan ha per attraversato un momento di flessione ma ora sembra in netta ripresa: “Ci siamo rialzati con il lavoro e la convinzione nei nostri mezzi e qualità. Alcuni passi falsi non possono far dimenticare come si gioca. Dovevamo soltanto rivedere alcune situazioni e ritrovare compattezza. La fiducia nel gruppo non è mai mancata nonostante all’esterno si dicessero diverse cose negative”.

Un Kessié dominante, gli obbiettivi stagionali e la situazione infortunati

Gran parte della risalita rossonera è ascrivibile anche a un Frank Kessie letteralmente dominante a centrocampo: “I meriti sono tutti suoi perché ha avuto un’applicazione quotidiana molto importante. Mentalmente è molto forte ed è sempre pronto ad aiutare i compagni e a fare e dire la cosa più giusta. Ha qualità che gli possono permettere di giocare ovunque. Contro il Manchester alla fine gli ho addirittura fatto fare il trequartista. Ha presenza e positività importanti ma anche un’età che gli permette ancora di crescere. Sta diventando un giocatore davvero importanti”. Importante anche la crescita di Meite: “E’ cresciuto molto anche perché era abituato a un modo di giocare diverso. Lui è stato molto bravo e ha giocato gare molto positive, giocando con ritmo, qualità e intensità”. Sugli obiettivi stagionali, il tecnico emiliano ha invece preferito glissare: “Dobbiamo pensare solo alla gara di domani che sarà la più importante. Non dobbiamo fare conti e vincere più partite possibili”. Inevitabile, in chiusura, un punto della situazione infortunati, con i recuperi di Rebic, Hernandez e Calhanoglu ma anche i possibili forfait di Romagnoli e Calabria che hanno accusato qualche problema dopo Manchester: “Calabria e Romagnoli sono usciti acciaccati dall’Old Trafford e sono in dubbio per la gara di domani. Su Alessio, che oggi si è allenato un po’ con la squadra, decideremo domani mattina. Recupereremo Rebic, Theo Hernandez e Calhanoglu mentre Tonali, che ha rifiatato, potrebbe giocare. Per Ibrahimovic, Mandzukic e Bennacer servirà ancora qualche giorno”.

Leggi anche - Milan-Napoli: probabili formazioni e dove vederla in tv