Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 17 aprile 2021 – Entra nel vivo la volata finale che assegnerà i posti in Champions League e il Milan, reduce dal successo di Parma, vuole continuare a giocare un ruolo importante in questa corsa. Per questo, domani alle 12.30 (diretta su Dazn), i rossoneri ospiteranno il Genoa a San San Siro con l’obiettivo di conquistare tre punti che in casa mancano da sei giornate: “Questo è il nostro desiderio – ha detto alla vigilia mister Stefano Pioli –. Dopo tanto tempo, vogliamo tornare a vincere a San Siro. Per portare a casa il successo, però, dovremo fare scelte precise, mettendo in campo più qualità in fase di finalizzazione. Dovremo essere più concentrati nell’ultimo quarto di campo e attaccare con convinzione e qualità”. Dall’altra parte ci sarà un Genoa pronto a vender cara la pelle: “Sono completi e coprono bene il campo giocando in verticale e con poco possesso palla. Sono una squadra molto fisica e difficile da superare”. Su Scamacca, attaccante rossoblu nei radar di mercato del Milan, ha invece preferito non sbilanciarsi: “E’ un giovane molto promettente, forte e di prospettiva”. Nessun particolare accenno neppure sugli scontri diretti tra Inter e Napoli e Juventus e Atalanta: “Dobbiamo pensare soltanto alla nostra partita e ai nostri avversari che hanno qualità e dall’arrivo del nuovo allenatore hanno fatto molto bene”.

Il gesto di Mandzukic, il rinnovo di Donnarumma e il ritorno negli stadi dei tifosi

Il tecnico rossonero si è poi soffermato sul gesto di Mario Mandzukic che ha rinunciato allo stipendio di marzo – nel quale non ha giocato –, devoluto in beneficenza dal club: “Ha sofferto molto nel restare fuori i mesi scorsi. Era arrivato qui con grande entusiasmo e io non mai avuto dubbi sulle sue qualità morali e tecniche. Da qui alla fine ci darà una grande mano”. In queste ultime gare di campionato si potrebbe decidere il futuro del croato: “Queste ultime settimane sono importanti per il futuro di tutti noi. Ha valoro importanti, è forte ed è sempre stato affidabile in carriera”. Domani però dal 1’ partirà Leao: “Sono contento della sua crescita e so di schierare un giocatore migliorato rispetto alla scorsa stagione anche sul piano della volontà in partita. Lui sotto esame? Lo siamo tutti perché abbiamo un grande obbiettivo obbiettivo da raggiungere. Bisogna essere preoccupati per preparare bene un esame e io ho visto una squadra preoccupata”. Tranquillità, almeno apparente, invece sul fronte del rinnovo di Donnarumma: “Con lui e gli altri giocatori parlo spesso. Il nostro futuro è adesso e Gigio sa quanto sia importante la partita di domani. Per il resto la società è molto attenta. Maldini ne ha parlato opportunamente sabato prima della partita. A Milanello siamo tutti concentrati, all’esterno la situazione è un po’ noiosa”. Infine, un pensiero sulla possibile riapertura parziale degli stadi a maggio: “Non vediamo l’ora di rivedere i tifosi allo stadio perché il calcio è passione ed entusiasmo. Anche quando erano solo mille la differenza si sentiva. Speriamo possano tornare presto perché ci danno forza ed emozione”.

Leggi anche - Infortunio Cristiano Ronaldo: salta Atalanta-Juventus. Gioca Dybala