18 feb 2022

Milan, Pioli: "Classifica non ancora veritiera. Contro la Salernitana servirà attenzione"

Il tecnico rossonero ha parlato alla vigilia della trasferta in terra campana

matteo airoldi
Sport
Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 18 febbraio 2022 – Vietato guardare alla classifica e pensare soltanto alla delicata sfida di domani sera alle 20.45 (diretta su DAZN) in casa del fanalino di coda Salernitana che in settimana ha nuovamente cambiato allenatore affidandosi a Davide Nicola. Questo è il diktat di mister Stefano Pioli alla vigilia della trasferta del Milan in terra campana: “Non si può ritenere ancora veritiera perché mancano i recuperi di Inter e Atalanta. Domani contro la Salernitana ci saranno alcune incognite in più visto che hanno cambiato allenatore. Questa settimana abbiamo pensato a noi ma conosciamo le loro caratteristiche anche se sono cambiati molto rispetto all’andata. Dovremo affrontare questa gara con attenzione e concentrazione”. I pericoli maggiori per il tecnico rossonero sono senza dubbio Frank Ribery e Diego Perotti: “Andranno marcati molto bene perché sono giocatori da sempre decisivi”.

Lo scudetto, la Champions e la situazione infortunati

La squadra sta bene e il morale è molto alto dopo una serie di risultati positivi dopo il derby, che è stato quasi una scintilla: “Dopo il derby abbiamo capito che giocando con continuità e riuscendo a restare in partita abbiamo le carte in regola per vincere. Dobbiamo però mettere sempre i nostri principi di gioco nelle partite”. Sullo scudetto Pioli preferisce però non sbilanciarsi: “Noi puntiamo a fare il massimo e a vincere la prossima partita, il nostro unico pensiero. Vogliamo chiaramente vincerle tutte per fare meglio dello scorso anno”. Di qualificazione in Champions il tecnico emiliano ha invece parlato apertamente: “Non siamo ancora forti come le prime sedici d’Europa. Siamo cresciuti rispetto a quando abbiamo disputato il girone e mi sarebbe piaciuto giocare qualche gara ora. Dobbiamo proseguire la nostra crescita perché sarà fondamentale tornare in Champions anche l’anno prossimo”. Lo sguardo del tecnico rossonero si è poi spostato sugli assenti, Zlatan Ibrahimovic e Marko Lazetic: “Tra domani e domenica Ibra dovrebbe ricominciare a correre. Sta meglio. Poi valuteremo giorno dopo giorno per capire quando potrà tornare in squadra. Lazetic è indietro di condizione e gli serviranno ancora circa dieci giorni per unirsi ai compagni. E’ un giocatore con caratteristiche importanti”. Infine, un accenno alla situazione di Kessié, contestato dai tifosi nelle ultime uscite: “La situazione è serena e tranquilla. Non ci sono problemi. Il gruppo è compatto”.

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?