Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 28 luglio 2020 – Il Milan di Stefano Pioli entra nella volata finale del suo campionato e domani sera alle 19.30 va a fare visita alla Sampdoria: “Domani affrontiamo un’avversaria che sta molto bene – ha spiegato il tecnico dei rossoneri – e che ha giocato un’ottima partita contro la Juventus che è stata messa in difficoltà. La Samp sta bene fisicamente come noi e gioca serena perché ha già raggiunto il suo obiettivo. Ranieri come sempre ha fatto un ottimo lavoro e quindi ci aspetta un avversario difficile. Dovremo avere grande concentrazione”. Nel mirino dei rossoneri resta il quinto posto che è attualmente occupato dalla Roma, in vantaggio di quattro lunghezze: “Crediamo ancora di poter raggiungere il quinto posto, ma dobbiamo cercare di fare più punti possibili. Chiaro che non dipenda più solo da noi ma dobbiamo dare tutto e vincere le prossime partite. Arrivare quinti sarebbe soprattutto per il mese di settembre perché altri menti giocheremmo subito tante partite. La data del raduno non cambierà ma sapremo comunque farci trovare pronti”.

Pioli ha poi speso parole al miele per Ibrahimovic e Kjaer e parlato della situazione infortunati un po’ critica soprattutto per quanto concerne il reparto difensivo: “Ibra ci ha dato una grande mano, migliorandoci sul piano del gioco e dell’impatto fisico. Sa creare spazi per i compagni ed è stato decisivo per la sua personalità e per il carattere. Anche Kjaer sta facendo molto bene da quando è arrivato, ci ha dato una grande mano e si è rivelato importante per noi. Castillejo, Duarte e Paquetà stanno bene. Peccato per le perduranti assenze di Conti e Romagnoli che restringono le rotazioni in difesa”. In chiusura, poi, l’allenatore rossonero ha affronto il tema dei rinnovi di tre pedine chiave come Donnarumma, Calhanoglu e Ibrahimovic, confermando la volontà del club di chiudere positivamente questa tripla partita ma dopo il termine del campionato: “La società vuole risolvere queste questioni il prima possibile. Ci siamo dati appuntamento alla prossima settimana perché prima dobbiamo chiudere il campionato. Siamo comunque tutti dalla parte del Milan”.