Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 21 giugno 2020 – L’attesa è ormai finita. Domani sera alle 19.30 (diretta su Sky Sport), infatti, riprende il campionato del Milan che andrà a far visita al Lecce. La prima di dodici finali per i rossoneri che inseguono l’obiettivo Europa come ha spiegato mister Stefano Pioli nella consueta conferenza stampa prepartita: “Se il campionato fosse finito prima sarebbe stata la Serie a dei rimpianti e invece adesso abbiamo ancora dodici partite per raggiungere l’obiettivo. Ci giochiamo tutto in queste gare e dobbiamo assolutamente puntare al traguardo Europa. In palio ci sono ancora 36 punti e, pur non avendo noi un calendario facile, tutto è ancora possibile. L’importante sarà partire bene e puntare in alto. Dovremo cercare di raggiungere almeno la Roma che è quinta”. Le porte chiuse potrebbero essere però un freno: “Un fattore che influisce negativamente su tutti perché i tifosi ti trasmettono passione e adrenalina. Sarà importante trovare gli stimoli giusti e metterci impegno ed entusiasmo”.

La squadra comunque sta bene nonostante il ko in Coppa Italia ed è pronta per provare a fare il salto di qualità nel rush finale di stagione: “La squadra ha lavorato e sta lavorando bene, è concentrata ed è rimasta molto dispiaciuta. Probabilmente meritavamo qualcosa in più soprattutto a San Siro, dispiace ma il gruppo ha subito avuto una reazione. Se in passato non siamo riusciti a fare risultato in certe occasioni nelle quali abbiamo giocato bene vuol dire che è mancato qualcosa. Per questo dobbiamo assolutamente fare meglio in fase di finalizzazione e fare più gol perché sappiamo che gli episodi fanno la differenza”. Pioli, infine, non si è voluto sbilanciare sulla data del possibile rientro di Zlatan Ibrahimovic e ha cercato di spronare Rafael Leao: “Ibra sta meglio. La prossima settimana farà un altro controllo. Lavora con grande dedizione ma non sappiamo ancora con precisione quando rientrerà. Per quanto riguarda Leao, voglio di più da lui, deve aver maggior consapevolezza nei suoi mezzi”.