Stefano Pioli (Ansa)
Stefano Pioli (Ansa)

Milano, 4 novembre 2020 – Reduce dal successo acciuffato nei minuti finali contro l’Udinese, il Milan di Stefano Pioli si appresta a tornare in campo per affrontare domani sera alle 21 il Lille (diretta su Sky Sport e in digitale su TV 8) nel terzo impegno di Europa League: “Sapevamo che avremmo dovuto sostenere molti impegni in questo periodo. Abbiamo ottenuto risultati positivi ma questo periodo non è ancora finito. Domani ci aspetta un’altra partita importante perché abbiamo cominciato bene il girone e incontriamo una squadra forte e che sta molto bene come noi. Noi siamo concentrati su questa sfida perché vogliamo far proseguire questo momento positivo. Non sarà ancora una sfida decisiva ma noi ci teniamo molto”. Così come era accaduto una settimana fa, il tecnico rossonero ha annunciato possibili cambi di formazione: “La rifinitura sarà importante ma ci saranno dei cambi perché abbiamo bisogno di energie fresche dal punto di vista fisico e mentale”.

All’appuntamento i rossoneri si presentano da primi della classe in campionato e in coppa dove sono arrivati i successi contro Celtic e Sparta Praga, ma i risultati non sorprendono Pioli: “Ho sempre creduto nel potenziale della squadra e mi piace sempre pensare positivo. Noi cerchiamo sempre di vincere ma siamo solo all’inizio del cammino. Siamo come chi ha appena iniziato a scavare per fare un pozzo. Vogliamo trovare la sorgente ma è ancora lontana”. I margini di miglioramento insomma non mancano: “Si può sempre migliorare. La partita contro l’Udinese ha dimostrato che dobbiamo cercare di essere più lucidi in certe scelte negli ultimi metri. Attacchiamo bene la profondità ma serve maggiore precisione nel fare le giuste scelte per essere pericolosi”. La paura di adagiarsi sugli allori non c’è: “La nostra forza è l’equilibrio. Sappiamo di aver grandi margini di miglioramento ma abbiamo anche consapevolezza nei nostri mezzi e di ciò che abbiamo fatto. Gli avversari si preparano bene per metterci in difficoltà e noi non possiamo sbagliare. Siamo una squadra giovane e non abbiamo vinto nulla, per questo motivo c’è ancora tanto da fare”. In chiusura poi Pioli ha speso parole di elogio per Dalot e Diaz: “Li abbiamo scelti per le loro qualità e ci ha soddisfatto il fatto che si siano subito fatti trovare pronti. Sono giovani e hanno voglia e ambizione e al tempo stesso hanno subito capito i nostri meccanismi”.

Europa League 2020, terza giornata per Milan, Napoli e Roma. In tv e probabili formazioni