Marco Giampaolo (LaPresse)
Marco Giampaolo (LaPresse)

Milano, 20 luglio 2019 – Archiviato il pareggio rimediato nella prima amichevole stagionale giocata ieri contro il Novara, il Milan ha subito preparato le valige e quest’oggi si è messo in viaggio alla volta degli Stati Uniti, dove nei prossimi giorni affronterà Bayer Monaco e Benfica nell’ambito dell’International Champions Cup 2019. Prima della partenza, ai canali ufficiali del club, ha parlato mister Marco Giampaolo che si è detto soddisfatto di queste prime settimane di lavoro della squadra: “In questi primi dieci giorni abbiamo svolto un ottimo lavoro. Ho trovato un gruppo che ha mostrato curiosità e mi ha dato grande disponibilità. Anche il personale e le strutture sono qualcosa di fantastico e quindi ci sono tutti i presupposti per fare bene. Adesso dobbiamo solo lavorare con impegno serietà ed ambizione. Il tempo poi ci dirò se abbiamo fatto bene ma sono fiducioso”.

L’obiettivo, come dichiarato sin da subito dallo stesso Giampaolo, è quello di costruire al più presto una precisa identità di squadra: “Abbiamo cercato di introdurre qualche concetto che i ragazzi hanno provato a sviluppare anche nell’amichevole di ieri con attenzione. A tratti mi sono piaciuti. Ho in testa una visione ben precisa e per raggiungerla occorre tempo, fidelizzazione ed entusiasmo da parte di tutti. Sono convinto di poter dare un marchio forte ed un’identità precisa a questa squadra”. Giampaolo, infine, ha parlato del nuovo arrivato Theo Hernandez, andato proprio ieri in gol: “In questi primi giorni mi è piaciuto molto. Parla poco e lavora molto. Si porta dietro l’etichetta di giocatore non facile da gestire, ma va detto che fino ad ora ha dato tutto parlando pochissimo. Sono contento di lui che è una piacevole scoperta”.