Donnarumma (Ansa)
Donnarumma (Ansa)

Milano, 24 febbraio 2020 – In attesa della ripresa degli allenamenti fissata per domani, in casa Milan si continua a fare i conti con il problema legato agli infortunati di cui è entrato a far parte anche Gianluigi Donnarumma, uscito anzitempo in Fiorentina-Milan per i postumi di un contrasto con Chiesa. Già oggi il portiere era Milanello per svolgere le terapie del caso alla caviglia e per provare a tornare titolare tra i pali contro il Genoa. Discorso analogo anche per Samu Castillejo che ha accusato un lieve risentimento muscolare. Più complicata invece la situazione legata a Kjaer, Biglia Krunic e Duarte che necessitano di altro tempo per tornare a disposizione di Mister Stefano Pioli.

Intanto, l’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus nelle regioni di Nord Italia rischia di toccare anche l’universo rossonero: domenica come detto a San Siro sarebbe in programma la sfida contro il Genoa e a quanto sembra la gara potrebbe essere giocata a porte chiuse. Ad ammetterlo quest’oggi è stato lo stesso presidente della FIGC, Gabriele Gravina, in una conferenza stampa che si è tenuta a Roma: “Abbiamo chiesto al Governo di poter coordinarie le varie ordinanze locali e abbiamo anche previsto in extrema ratio di far giocare la Serie A a porte chiuse già dalla prossima giornata a meno che non arrivino altre proposte dalla Lega Calcio”.