18 dic 2021

Milan, Pioli: "Lo scudetto non si vince a dicembre. Corsa su noi stessi"

Il tecnico rossonero ha parlato alla vigilia del match contro il Napoli

matteo airoldi
Sport
Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 18 dicembre 2021 – Il netto successo ottenuto dall’Inter a spese della Salernitana ha spinto i nerazzurri a +4 sul Milan e a +7 sul Napoli che domani sera, alle 20.45 (diretta su DAZN) si affronteranno nel big match della diciottesima giornata di Serie A e non potranno permettersi passi falsi. Mister Stefano Pioli preferisce però non parlare ancora di fuga scudetto dei nerazzurri: “Non credo si possa già parlare di fuga scudetto. I campionati non si vincono assolutamente a dicembre. L’anno scorso siamo stati a lungo in testa e poi sappiamo come è finita. Dobbiamo fare meglio dello scorso anno, soprattutto nel girone di ritorno. Dopo i 66 punti del primo anno e i 79 dello scorso, dobbiamo migliorare”. Il calo che in queste ultime giornate ha riguardato rossoneri non preoccupa il tecnico del Milan: “Abbiamo corso esageratamente in questo periodo l’Inter ha invece fatto l’opposto. Contro Liverpool e Udinese non siamo stati brillanti sul piano della prestazione. Noi dobbiamo fare la corsa soltanto su noi stessi e cercare di mettere sempre in campo le nostre qualità con forza e convinzione”.

Il Napoli, gli infortuni e la pausa invernale

Dall’altra parte i rossoneri troveranno un Napoli altrettanto desideroso di riscatto dopo l’inatteso ko contro l’Empoli: “Contro l’Empoli la partita l’hanno fatta. E’ mancato solo il risultato. Noi e loro sappiamo l’importanza di uno scontro diretto come questo. Dal Napoli come dai miei ragazzi mi aspetto intensità e determinazione”. La chiave potrebbero essere i piccoli dettagli: “La qualità del gesto tecnico e il giusto tempismo nel fare le giocate potrebbero essere le chiavi di domani. Dobbiamo puntare tutto sul nostro stile di gioco. Siamo tra le migliori squadre nel recupero dei palloni quando restiamo alti e dobbiamo continuare così perché i vantaggi sono ancora superiori ai rischi”. A pesare potrebbero però essere anche le assenze, alle quali si può aggiungere quella di Theo Hernandez, colpito in settimana da un attacco febbrile: “Theo ha avuto un attacco influenzale e in settimana non si è mai allenato sul campo. Al momento la sua presenza è più un no che un sì ma domani parleremo e decideremo assieme”. Infine, una chiosa sulla pausa invernale che potrebbe essere un’alleata: “La pausa ti permette di recuperare energie e preparare nel nostro caso al meglio la gara contro la Roma. Ci riposeremo qualche giorno e poi prepareremo le gare di gennaio. Mi aspetto comunque un ritorno simile all’andata dello scorso anno e fare più punti del secondo girone della scorsa annata”.

Leggi anche - Bologna-Juventus 0-2, decidono Morata e Cuadrado nella nebbia

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?