Zlatan Ibrahimovic (Ansa)
Zlatan Ibrahimovic (Ansa)

Napoli, 18 dicembre 2021 - Dopo aver vissuto a lungo a braccetto, oggi in classifica Milan e Napoli sono separate da 3 punti: gap che potrebbe restare intatto, dilatarsi ulteriormente o sparire al termine della partita in programma domenica 19 dicembre alle 20:45 al Meazza.

Le probabili formazioni

Milan (4-2-3-1): Maignan; Florenzi, Tomori, Romagnoli, T. Hernandez; Tonali, Kessié; Messias, B. Diaz, Saelemaekers; Ibrahimovic. Allenatore: Pioli

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Malcuit, Rrahmani, J. Jesus, Di Lorenzo; Zambo Anguissa, Demme; Politano, Zielinski, Lozano; Mertens. Allenatore: Spalletti

Orario e dove vederla in tv

Milan-Napoli (fischio d'inizio alle 20:45) sarà trasmessa in esclusiva da DAZN, la cui app è disponibile anche sui dispositivi TIMvision Box, Amazon Fire TV Stick, Google Chromecast, PlayStation 4/5 e Xbox (One, One S, One X, Series X e Series S).

Qui Napoli

Si fa prima a dire chi c'è: parole e musica di Luciano Spalletti, che commenta con ironia la situazione di emergenza cronica in cui versa da diverso tempo il suo Napoli. Ai lungodegenti Osimhen, Koulibaly e Fabian Ruiz si aggiungono Insigne, Mario Rui e Lobotka, riducendo così ulteriormente il già scarso ventaglio di scelte a disposizione del tecnico toscano, che deve fare a meno (e stavolta definitivamente) anche del partente Manolas. Cominciando dalla difesa, a proteggere Ospina ci saranno Malcuit e Di Lorenzo (dirottato a sinistra) sulle corsie e la coppia Rrahmani e Juan Jesus al centro. Qualche timido sorriso arriva dalla mediana, dove si rivedranno dall'inizio i rientranti Anguissa e Demme, con quest'ultimo che viene insidiato da Elmas, a sua volta non al top della condizione. L'altro dubbio riguarda il ruolo di prima punta: in ballottaggio ci sono Mertens e Petagna, con il primo in netto vantaggio per completare un reparto offensivo composto per il resto da Politano, Zielinski e Lozano.

Qui Milan

 

 

Se Atene piange, Sparta non ride: infermeria piena anche per Stefano Pioli, costretto a rinunciare a Kjaer, Leao, Rebic, Calabria, Pellegri e Plizzari. Torna invece a disposizione Giroud, che comunque lascerà il posto al solito Ibrahimovic, assistito da Messias, Saelemaekers e Brahim Diaz, insidiato da Krunic. In mediana agiranno Tonali e Kessié, mentre in difesa, a protezione di Maignan, ci saranno Florenzi, Tomori, Romagnoli e Theo Hernandez: quest'ultimo, reduce da diversi giorni trascorsi con la febbre, anche oggi ha lavorato a parte ma dovrebbe comunque essere disponibile.

Leggi anche - Lazio-Genoa 3-1