Mirante (ANSA)
Mirante (ANSA)

Milano, 14 ottobre 2021 – In casa Milan oggi è stato il giorno di Antonio Mirante. Il portiere classe 1983, ingaggiato per affiancare Tatarusanu e sopperire all’assenza di almeno dieci settimane di Mike Maignan, si è infatti presentato ai suoi nuovi tifosi attraverso i canali ufficiali del club rossonero: “Ho sensazioni positive, soprattutto per il modo in cui è arrivata la chiamata e per come si è sviluppata la trattativa. Tutto questo mi dà un’ulteriore spinta. Ho la consapevolezza e l’età giusta per non farmi prendere dal panico in una situazione come questa, arrivata all’improvviso. La trattativa è stata un fulmine. La chiamata è arrivata ieri, dopo l’infortunio di Mike, al quale faccio un grande in bocca al lupo, e ho accettato subito perché il Milan non si può discutere”. L’ex Roma ai rossoneri può portare grande esperienza e qualità umane indiscutibili: “Alla mia età è giusto che io porti qualità umane a uno spogliatoio che comunque dall’esterno sembra essere già ad alti livelli. La squadra dà l’impressione di avere entusiasmo, spinta e di essere sempre positiva. Questo per me è un grande valore. Guardando giocare il Milan si ha l’impressione di una squadra che sa sempre cosa fare e che va sempre forte. L’identità è ben precisa e possiamo dare del filo da torcere a tutti”.

Pioli e i nuovi compagni

Per Mirante questa sarà la prima esperienza agli ordini di mister Stefano Pioli: “Non abbiamo mai lavorato assieme ma ci siamo spesso affrontati e mi ha sempre dato l’idea di essere un allenatore molto preparato. Credo sia arrivato al Milan nel momento migliore e questo ha dato modo a lui e alla squadra di avere una crescita esponenziale”. In rossonero, invece, Mirante ritroverà Florenzi, suo compagno in giallorosso, e Romagnoli, conosciuto in Nazionale: “Con Alessandro ci siamo sentiti via messaggi e ci siamo dati appuntamento a Milanello. Ho conosciuto anche Romagnoli in Nazionale, ma posso dire, avendo una certa età, di aver affrontato tutti sui campi e quindi non sarà di certo difficile inserirmi nel gruppo”. Un pensiero, infine, per i tifosi rossoneri: “Sono felice di essere qui e non vedo l’ora di incontrarli sabato a San Siro”.

Leggi anche - Basket, Sassari crolla anche a Tenerife. Reggio schianta Gilboa Galil