Messias (ANSA)
Messias (ANSA)

Milano, 9 dicembre 2021 – L’eliminazione dall’Europa è una ferita ancora fresca in casa Milan, ma è altrettanta la voglia da parte dei rossoneri di rialzarsi prontamente e in maniera veemente per poi essere protagonisti di una grande seconda parte della stagione. A testimoniare il forte desiderio di rivalsa dei rossoneri è Junior Messias che, dopo, un inizio di stagione in salita anche per via degli infortuni, è uscito alla distanza conquistando, a suon di gol e prestazioni convincenti, un posto importante sulla trequarti dello scacchiere di mister Stefano Pioli: “Sapevamo che quella contro il Liverpool – ha spiegato il brasiliano a Milan TV – sarebbe stata una partita molto difficile, perché loro sono una grande squadra, però ci tenevamo e abbiamo fatto di tutto per vincere. Purtroppo non è andata bene, ma adesso dobbiamo subito guardare avanti e continuare a giocare come abbiamo fatto fino ad ora e anche in Champions, dimostrando di essere una grande squadra. Possiamo davvero pensare in grande perché siamo forti”.

L’esperienza in Champions e la gara contro l’Udinese

Per il brasiliano, riuscito in una straordinaria scalata cominciata pochi anni fa sui campi del calcio dilettanti, questa era la prima esperienza sul palcoscenico della Champions: “E’ stata una bella esperienza che porterò per sempre con me perché ho giocato contro due club veramente forti e che hanno fatto strada in Champions”. Lo sguardo di Messias si è poi spostato immediatamente sulla sfida di sabato in casa dell’Udinese: “Sarà una partita difficile come tutte le altre perché le squadre quando giocano contro di noi fanno la partita della vita. Noi dovremo soltanto cercare di giocare come abbiamo sempre giocato”.

Leggi anche - Atalanta-Villarreal 2-3, la Dea è eliminata: giocherà in Europa League