Bakayoko (Ansa)
Bakayoko (Ansa)

Milano, 19 agosto 2020 – In attesa di trovare la definitiva quadratura del cerchio sul fronte del rinnovo di Zlatan Ibrahimovic – che nonostante una distanza di circa 2 milioni di euro tra domanda e offerta non pare in discussione (entro lunedì, giorno del raduno rossonero, dovrebbe arrivare la fumata bianca –, il Milan continua a restare vigile sul mercato per cercare di regalare a mister Stefano Pioli quei pochi rinforzi richiesti per cercare di fare il salto di qualità. Non è più un mistero che in cima alla lista dei desideri della dirigenza milanista, per puntellare la mediana, ci sia il classe 1994 Tiemoue Bakayoko che ha già vestito con buoni risultati la casacca rossonera nella stagione 2018/2019. Il francese ha chiaramente manifestato la volontà di tornare a Milanello e ha già di fatto trovato un accordo per un ingaggio di circa 3 milioni a stagione.

L’ostacolo principale tra i rossoneri e la felice conclusione di questa operazione sono le richieste del Chelsea – club titolare del cartellino del giocatore, reduce dal prestito al Monaco – che per liberare il francese chiede una cifra superiore ai 25 milioni. Troppi per il budget dei rossoneri che puntano così ad un prestito oneroso con diritto o obbligo di riscatto per assicurarsi le prestazioni del centrocampista parigino. Situazione simile riguarda Serge Aurier che il Milan ha individuato per rinforzare la fascia destra in vista della possibile partenza di Davide Calabria: il Tottenham chiede 23 milioni per il laterale ivoriano mentre i rossoneri non vorrebbero spenderne più di 15. Le prossime settimane, così come per Bakayoko, potrebbero quindi essere decisive. Sul fronte delle uscite, infine, c’è da registrare l’ufficialità della partenza di Ricardo Rodriguez che è stato che è stato ceduto al Torino per una cifra di poco superiore ai 3 milioni. Il terzino svizzero, acquistato nel 2017, chiude così la sua esperienza rossonera con uno score di 4 reti in 93 presenze.