Ante Rebic festeggia un gol con Paqueta e Calhanoglu (Ansa)
Ante Rebic festeggia un gol con Paqueta e Calhanoglu (Ansa)

Milano, 9 agosto 2020 - Davide Calabria sarà il terzino che lascerà il Milan. Nei giorni scorsi si è spesso parlato di un partente sulla fascia destra e il ballottaggio vedeva in ballo Conti e lo stesso Calabria. Quest'ultimo ha estimatori in Spagna, con il Siviglia che ha fatto un sondaggio per lui e il Betis che sarebbe fortemente interessato. L'intrigo di mercato coinvolgerebbe anche il Barcellona ed Emerson, calciatore che piace molto a Maldini. I catalani dovrebbero corrispondere ai biancoverdi una penale di 9 milioni di euro nel caso in cui venisse concluso in anticipo il prestito dell'esterno brasiliano, e l'idea del dirigente rossonero è quella di coprire questa cifra inserendo il cartellino di Calabria. L'ostacolo potrebbe essere rappresentato dal valore di mercato di Emerson e dal possibile inserimento del Paris Saint Germain nella trattativa. Da segnalare il cambio di procuratore effettuato da Calabria, possibile segnale di una partenza ormai quasi annunciata.

E' prossimo all'addio anche Ricardo Rodriguez. Il Torino ha accelerato la trattativa e domani pomeriggio il direttore sportivo Vagnati si recherà a Casa Milan per definire i dettagli. L'esterno mancino è stato fortemente richiesto dal nuovo tecnico dei granata Marco Giampaolo. La cifra del trasferimento dovrebbe aggirarsi attorno ai due milioni di euro, nonostante i rossoneri ne volessero almeno cinque. Al momento giocare al rialzo sarebbe un azzardo per il Diavolo, che rischierebbe di perdere il giocatore a zero tra qualche mese.

REBIC, POSSIBILE UN NUOVO PRESTITO - Molto intricata la situazione riguardante Ante Rebic. L'attaccante resterà a Milano in prestito fino alla fine della prossima stagione, ma il Milan desidera tutelarsi e non correre il rischio di lasciarsi sfuggire il giocatore. Sono tante le parti in causa coinvolte, poiché anche la Fiorentina e Andrè Silva rientrano in questa trattativa. I viola hanno un diritto del 50% sulla futura rivendita del calciatore, mentre l'attaccante portoghese è in prestito all'Eintracht Francoforte, proprietario del cartellino di Rebic e che vorrebbe trattenere Silva in Germania. Alla luce di queste problematiche e di una situazione di stallo, si riflette sulla possibilità di prolungare di un anno i rispettivi contratti (dal 2022 al 2023) ed estendere ulteriormente la scadenza del prestito dal 2021 al 2022.