Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 3 ottobre 2020 – Il Milan, dopo la soffertissima conquista di un posto in Europa League, si appresta a chiudere questo ciclo serrato di partite di inizio stagione con la sfida di domani alle 18 contro lo Spezia (diretta su Sky Sport e Sky Go) contro lo Spezia: “Qualificarci all’Europa League è stato davvero bello – ha spiegato mister Stefano Pioli – anche perché la gara è diventata molto difficile dopo un inizio in cui abbiamo controllato ma sono queste situazioni che ti fanno maturare. Sono certo che siamo usciti più forti da quella partita in vista delle prossime. Anche quella contro lo Spezia sarà una gara insidiosa perché hanno idee di gioco chiare, hanno vinto a Udine che è un campo difficile e giocato anche un buon primo tempo con il Sassuolo”. Tra gli assenti anche Zlatan Ibrahimovic che oggi compie 39 anni: “L’ho sentito e gli ho fatto gli auguri. Sta bene ma gli dispiace non poter passare il compleanno con la famiglia”.

Possibile invece l’esordio del neoacquisto Jens Petter Hauge a partita in corso: “Sì, potrebbe giocare. L’ho conosciuto ieri. Fisicamente sta bene, forse addirittura meglio di noi ma dovrà capire bene alcune dinamiche. Lo convocherò e poi vedremo. Ha belle qualità. Arriva da un altro campionato e gli servirà tempo per inserirsi ma poi potrà darci una mano”. Probabile poi anche l’impiego dal 1' di Sandro Tonali – protagonista di un buon spezzone di gara in Portogallo – al posto dell’acciaccato Kessie: “Su Tonali punto molto. Lo ritengo un titolare e non solo un giovane di prospettiva. Su Kessie vedremo. Ha tirato la carretta fino ad oggi e ha avuto un piccolo infortunio”. Pioli, infine, non si è sbilanciato sul probabile arrivo di Dalot (già sbarcato a Milano) e sugli ultimi giorni di mercato: “Di Dalot ne parlerò se arriverà. Per quanto riguarda invece la necessità di un centrale stiamo lavorando in sinergia in campo e fuori. Manca ancora qualche giorno di mercato. Vedremo. La società sta comunque facendo di tutto per migliorare la rosa”.