Pioli vince la terza partita su tre
Pioli vince la terza partita su tre

Milano, 12 settembre 2021 - Partenza sprint anche quest'anno per il Milan: 3 partite e 9 punti per i rossoneri che vincono anche il primo big match della stagione. Un 2-0 sulla Lazio firmato Leao-Ibrahimovic che dà grande morale oltre a una classifica in cui dal vertice si è staccata l'Inter con il pari contro la Sampdoria. Alla fine della partita hanno parlato i protagonisti del match.

Milan-Lazio 2-0, Pioli: "Ibra ha il fuoco dentro"

Milan-Lazio 2-0, rivivi la diretta

Festa Milan

Di seguito le parole di un Pioli motivato dopo il terzo successo di fila, e quelle di Romagnoli, tornato titolare dopo essere stato scavalcato nelle gerarchie dalle ottime prove di Tomori, oggi suo compagno di reparto.

Pioli - "Bisognava dimostrare che il Milan sapeva giocare bene. Oggi abbiamo messo in campo più qualità di loro e abbiamo vinto meritatamente. I nostri sogni rimangono grandissimi ma dobbiamo sognare di notte e lavorare di giorno per realizzare questi sogni. Ibrahimovic? Non invecchia mai e ha una grande passione, è il fuoco che ha dentro. Compete per vincere, si allena sempre al massimo e lo fa con piacere. Quando sei così non senti gli anni che passano, da 4 mesi che non giocava una partita ed è stato contentissimo di entrare e ha avuto un minutaggio che lo farà stare bene per le prossime gare".

Romagnoli - "Io cerco sempre di dare il massimo sia in allenamento che in partita. L'anno scorso ho fatto un po' di errori e l'importante è sapersi rialzare e cercare di rimediare e migliorarsi sempre. Io devo continuare a giocare al massimo quando sarà chiamato in causa e a mettere in difficoltà il mister. Scudetto? Ancora è molto presto. Siamo alla terza giornata e il campionato è lunghissimo. Godiamoci la partita di oggi e pensiamo a mercoledi"

Delusione Lazio

In casa Lazio invece c'è delusione: la prova complessivamente è stata negativa e la sconfitta meritata. Sarri non ha gradito né il risultato, né la prestazione e anche lucas leiva ha riconosciuto i meriti degli avversari.

Sarri - "Abbiamo fatto una partita contraria rispetto a quello che proviamo per tutta la settimana. Ci siamo messi ad aspettare l'avversario nella nostra metà campo, questo per me è fonte di delusione. Poi però bisogna essere lucidi, capire che gli sto chiedendo cose a cui non erano abituati, per cui certe partite possono venir fuori. Quando vieni dalla sosta per le nazionali l'incognita è tripla perché è un processo strano: vai a giocare in un gruppo diverso, in maniera diversa, per obiettivi diversi e poi torni qui. Al di là dell'aspetto fisico"

Leiva - "Oggi è stata una partita difficile, non abbiamo iniziato bene. Non abbiamo giocato come volevamo e abbiamo preso due gol in ripartenza dove sapevamo che erano forti. Questo dimostra che dobbiamo lavorare tanto, la strada è lunga ma abbiamo tanta fiducia nel mister. Non abbiamo fatto quanto preparato in settimana, dobbiamo capire perché. Dobbiamo fare pressing più forte e tutti insieme".

Leggi anche:

 

Serie A, risultati del 12 settembre

Dirette e risultati terza giornata 

La classifica di Serie A