Kjaer (ANSA)
Kjaer (ANSA)

Milano, 28 ottobre 2021 – Fresco di rinnovo con il Milan fino al 2021, Simon Kjaer ha confidato oggi ai microfoni di Milan TV tutta la sua soddisfazione per la permanenza in rossonero: “Da subito ho detto che avrei voluto dare una grande mano a questo club. Non vorrei essere in nessun altro posto perché qui sto troppo bene e sono orgoglioso di esserci. Ho sempre pensato che il Milan fosse il club più grande club del mondo per via della sua storia. Vivo questa avventura ogni giorno come fosse un sogno e sono pronto a dare tutto per questa maglia”. Il centrale danese addirittura si sbilancia e parla anche di una possibile chiusura di carriera con la maglia rossonera: “Voglio lasciare un segno e dimostrare da danese di aver fatto qualcosa di importante al Milan. MI piacerebbe finire la carriera al Milan magari non nel 2024 perché sarà ancora giovane. Nel calcio bisogna però bisogna pensare alle cose giorno dopo giorno”.

Maldini, Pioli e la squadra

Kjaer ha poi parlato dell’eccellente rapporto con Paolo Maldini e Stefano Pioli: “Con Maldini ho un buon rapporto, ha scritto la storia del calcio ed è probabilmente il difensore più forte di sempre. Dà un grande impulso positivo a tutti noi. Anche il rapporto con Pioli però è ottimo. L’ho conosciuto al Milan. E’ una persona che ha sempre un sorriso pronto e chiede sempre ai giocatori come stiano; un aspetto importante. Lui da tutto per il Milan, è sempre presente e dà il massimo”. La chiosa è dedicata alla squadra: “Prima del mio arrivo c’era qualità ma mancava un pochino di convinzione nei propri mezzi. Adesso siamo diventati una grande squadra, al momento siamo i più forti in Italia e anche lo scorso anno abbiamo fatto bene”.

Leggi anche - Milan-Torino 1-0, ai rossoneri basta un gol di Giroud per suonare la nona sinfonia