Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 6 novembre 2021 – A Milano è sempre più alta la febbre da derby, un match a cui il Milan si affaccia con un vantaggio di sette punti sull’Inter e dopo un buon pareggio in Champions League contro il Porto: “Ci sono assolutamente le condizioni per fare una partita importante – ha spiegato Stefano Pioli – e la squadra sta bene perché è in ottime condizioni dal punto di vista fisico e da quello mentale. Il derby è il derby, una partita storica. E’ bello esserci ma l’importante sarebbe vincerlo”. I tre punti spedirebbero l’Inter a -10 in classifica ma Pioli non vuol parlare ancora di partita decisiva: “Il campionato è ancora troppo lungo e bisogna far tesoro della scorsa stagione quando fu più determinante il derby di ritorno rispetto a quello dell’andata. La gara di domani è importantissima per noi ma la cosa finisce lì. Non possiamo e non dobbiamo guardare troppo avanti. Pensiamo alla gara di domani che è molto sentita”.

Inter favorita e i recuperi di Rebic e Ballo-Touré

Pioli ha poi cercato di spostare la pressione dei favori del pronostico anche in chiave campionato sui cugini nerazzurri: “L’Inter è favorita perché ha vinto in maniera piuttosto netta l'ultimo scudetto e sa cosa serve per continuare a vincere. Noi dal canto nostro stiamo bene ma il campionato, come detto, è ancora lungo, e l’Inter e forte e compatta”. Poi, però, il tecnico rossonero ha lievemente corretto il tiro in chiave derby: “In queste partite la classifica non conta. Si parte dallo 0-0 e avremo dalla nostra uno stadio che ci sosterà e dovremo avere nel match continuità, attenzione e determinazione. Abbiamo qualità e vogliamo giocarcela dall’inizio alla fine”. Rispetto al derby dello scorso anno perso 3-0 dai rossoneri, sono tante le cose che sono cambiate: “Siamo cambiati noi – prosegue Pioli – e sono cambiati loro. Sono arrivati un nuovo allenatore e giocatori importanti. E’ difficile prevedere come possa andare una partita come questa. Noi cercheremo di mettere in atto il nostro piano partita”. Infine, la buona notizia dei recuperi di Rebic, Florenzi e Ballo-Touré che prenderà il posto dello squalificato Theo Hernandez: “Rebic ha fatto gli ultimi allenamenti con la squadra ed è recuperato così come Ballo-Touré e Florenzi mentre Messias rientrerà dopo la sosta”.

Leggi anche - Juventus-Fiorentina 1-0: Cuadrado in extremis fa godere i bianconeri

MATTEO AIROLDI