Lukaku esulta dopo il gol nel derby
Lukaku esulta dopo il gol nel derby

Milano, 21 settembre 2019 - Emozioni, errori, gol annullati e tante magie, il derby di Milano non poteva regalarci uno spettacolo migliore. Antonio Conte e Marco Giampaolo per la prima volta uno contro l'altro, in un Milan-Inter inedito e tanto atteso, soprattutto per i suoi nuovi protagonisti.  A spuntarla alla fine sono stati i nerazzurri grazie ai gol nella ripresa di Brozovic e Lukaku, uno dei giocatori più attesi in questa sfida che ha saputo ripagare i suoi tifosi con un meraviglioso gol che sancisce la quarta vittoria consecutiva in campionato.

Serie A, risultati e classifica aggiornata

 

Per i due allenatori è stato il primo derby milanese in assoluto in carriera, indimenticabile soprattutto per il suo caotico primo tempo in cui è successo davvero di tutto. Già, perché se il risultato appare piuttosto netto, in campo anche il Milan è riuscita a dire la sua: nella prima frazione di gioco infatti, se l'Inter si è avvicinato al gol per due volte (rete annullata per fuorigioco a Lautaro Martinez prima e clamoroso palo di D'Ambrosio con la porta quasi spalancata poi), anche i rossoneri si sono fatti sentire grazie alla straripante forza fisica di Piatek e alle incursioni pericolose di Suso e Leao, arrivati tutti a un passo dalla rete che avrebbe sovvertito i pronostici.

Le tante occasioni create però non si sono concretizzate e nel secondo tempo i ragazzi diGiampaolo non hanno saputo riproporre lo stesso ritmo di gioco, finendo vittima delle trame offensive dell'Inter e soprattutto di Brozovic che al 50' è riuscito a sbloccare la partita (con un gol prima annullato e poi convalidato dal Var) che gli ha permesso di diventare il terzo giocatore croato a segnare in un derby di Milano dopo Boban e Perisic

La rete del momentaneo 1-0 è un boccone troppo amaro da digerire per il Milan che non riesce in nessun modo a ristabilire l'equilibrio, lasciando ai nerazzurri tutte le buone occasioni per trovare il raddoppio soprattutto grazie alle ripartenze in velocità. Alla fine il secondo gol arriva davvero: a segnarlo a 10 minuti dalla fine è Romelu Lukaku, uno dei giocatori più attesi oggi che non si è fatto pregare due volte prima di lasciare il suo sigillo nella partita più sentita di tutte con un colpo di testa. Prima della fine c'è tempo di un altro pallone spedito sul palo, questa volta da Candreva che sciupa clamorosamente l'occasione di calare il tris.

Festeggia l'Inter, prima in classifica a punteggio pieno, bella, convincente e letale. Quasi tutto da rifare invece per il Milan che non ha saputo dare continuità ai buoni spunti visti nel primo tempo: la stanchezza fisica, ma soprattutto mentale dopo aver subito il primo gol, hanno penalizzato la squadra di Giampaolo a cui manca ancora qualcosa per tornare finalmente competitiva.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

E Mai Nessun Ci Fermera’ #DerbyMilano ⚫️🔵 Milano Simao Noi !!! Sempre!!!!!!! @inter

Un post condiviso da Steven Zhang (@stevenzhang91) in data:

Milan-Inter 0-2, rivivi la diretta

Tabellino

Milan (4-3-1-2): G. Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez (27' st Hernandez); Kessiè, Biglia, Calhanoglu (19' st Paquetà); Suso; Piatek, Leao (38' st Rebic). In panchina: Reina, A. Donnarumma, Duarte, Gabbia, Krunic, Bennacer, Bonaventura, Castillejo, Borini. Allenatore: Giampaolo. 

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Skriniar; D'Ambrosio, Barella (37' st Candreva), Brozovic, Sensi (26' st Vecino), Asamoah; Lautaro (31' st Politano), Lukaku. In panchina: Padelli, Ranocchia, Lazaro, Dimarco, Biraghi, Bastoni, Borja Valero, Gagliardini, Sanchez. Allenatore: Conte.

Arbitro: Doveri di Roma

Reti: 4' st Brozovic, 33' st Lukaku.

Note - Ammoniti: Conti, D'Ambrosio, Rebic. Angoli: 2-6. Recupero: 3'; 5'.