Ibrahimovic in campo (Ansa)
Ibrahimovic in campo (Ansa)

Milano, 27 giugno 2020 – Sulle ali dell’entusiasmo per il poker rifilato al Lecce alla ripresa del campionato, il Milan si appresta a tornare a San Siro affrontare la Roma (calcio d’inizio domani alle 17.15) in quello che potrebbe essere definito uno scontro diretto per un posto in Europa League: “Fa piacere tornare a San Siro – ha spiegato Stefano Pioli nella consueta conferenza stampa prepartita – anche se si tratta di un ritorno per certi versi parziale alla normalità che arriverà soltanto quando potremo, speriamo quanto prima, tornare a giocare davanti ai nostri tifosi. Noi e la Roma siamo due squadre abbastanza simili in termini di numeri e prestazioni anche se siamo ancora piuttosto lontani da loro. Per questo possiamo considerarlo uno scontro diretto. Servirà la giusta lucidità tattica per leggere bene le varie situazioni del match. Ci sarà sicuramente grande caldo e dovremo essere bravi a dosare le forze, capendo nella giusta maniera quando sarà il momento aggredire e accelerare. La Roma sa giocare bene in fase di possesso palla ma potrebbe concederci qualche spazio. Da qui a fine stagione dobbiamo fare più punti possibili. Abbiamo un'occasione per mettere sul campo le nostre qualità, è un'opportunità da sfruttare".

Quel che è certo è che la squadra sta bene e dà fiducia al mister: “Sono certo che i ragazzi daranno tutto ciò che hanno nelle prossime partite perché sono professionisti e uomini veri che mi sorprendono sempre per la loro attenzione e disponibilità. Siamo cresciuti tanto rispetto al match d’andata. Allora ero arrivato da un paio di settimane. Avremo ancora molte opportunità di dimostrare che la nostra crescita è continua. Anche domani servirà una prestazione da Milan perché abbiamo bisogno di migliorare la nostra classifica. Contro chi ci è davanti non abbiamo ancora vinto e ci è mancato sempre qualcosa”. A rendere più difficile la sfida per i rossoneri ci sarà l’assenza di Zlatan Ibrahimovic che ha ripreso ad allenarsi con i compagni ma non sarà ancora gettato nella mischia: “Zlatan ha lavorato molto e bene anche con i compagni ma non è ancora pronto per giocare. Domani non sarà neppure in panchina”. Possibile invece il recupero di Simon Kajer: “Se farà tutto l’ultimo allenamento con i compagni sarà della partita. Ha personalità ed è molto intelligente”. La battuta finale è dedicata a Gianluigi Donnarumma che presto potrebbe trattare il rinnovo con i rossoneri: “Gigio è sereno e determinato, molto attaccato ai colori del Milan. Onestamente non lo vedo lontano da qui”.