Zlatan Ibrahimovic (ANSA)
Zlatan Ibrahimovic (ANSA)

Milano, 24 agosto 2020 – Quest'oggi, come da programma, si è ufficialmente alzato il sipario sulla nuova stagione del Milan che questa mattina si è radunato a Milanello per svolgere i tamponi di controllo che precederanno l’inizio vero e proprio degli allenamenti che è fissato per domani. Ai controlli necessari per scongiurare eventuali positività al coronavirus si sono sottoposti sia giocatori che staff tecnico e personale di Milanello. All’appello, oltre ai tifosi che hanno lasciato ai cancelli del centro sportivo rossonero uno striscione di incoraggiamento per la società e per la squadra ("Nessun ennesimo ribaltone, il buon auspicio per la stagione: lottiamo insieme per tornare protagonisti. Forza ragazzi, forza Milan”),. mancavano Castillejo, Bennacer, Kessie, Leao e Calabria – che già si erano sottoposti al tampone al rientro dalle vacanze – ma soprattutto Zlatan Ibrahimovic.

La situazione legata al rinnovo di contratto del fuoriclasse svedese è ormai nota: il Milan offre un annuale da 6 milioni bonus compresi mentre Ibra chiede un milione in più di compenso. Il dialogo tra le parti comunque è fluido, come ha fatto capire anche l’agente dello svedese non più tardi di ieri, e la sensazione è che le parti possano incontrarsi a metà strada già nei prossimi giorni. Entro la settimana potrebbe però essere formalizzato anche il ritorno in rossonero di Tiemoue Bakayoko: Milan e Chelsea sono infatti ad un passo dall’accordo per un prestito oneroso con diritto di riscatto per una cifra complessiva che sfiora i 30 milioni di euro.