Hauge (Ansa)
Hauge (Ansa)

Milano, 2 ottobre 2020 – La gara di domenica contro lo Spezia potrebbe sancire l’esordio in rossonero di Jens Petter Hauge. L’esterno norvegese è infatti diventato ufficialmente un giocatore del Milan (per lui contratto di cinque anni da 1 milione a stagione) – che ha pagato al Bodo Glimt una cifra vicina ai 5 milioni per l’acquisto a titolo definitivo del giocatore – e oggi ha parlato per la prima volta ai canali tematici del club: “Sono felice di essere qui, è stato un lungo viaggio. Ricorderò per sempre questa settimana in cui ho ricevuto la convocazione della nazionale e ho firmato con il Milan”. La voglia di misurarsi con il calcio italiano del classe 1999 è alle stelle: “Il calcio italiano è fantastico e si adatta bene alle mie caratteristiche, i tifosi sono molto caldi e poi ci sono tanti grandi club”.

Forte è anche il desiderio di mettere in mostra le sue qualità, affinate anche giocando a futsal: “Trovo il fatto di giocare a calcio divertente: il possesso palla e i dribbling sono tra le mie qualità. Mi sento un po’ come un giocatore di futsal, che ho praticato, e mi piace far divertire i tifosi. Per me fare gol o far segnare un compagno è la stessa cosa. L’importante è vincere”. Nonostante la giovane età Hauge è pronto ad immergersi in questa nuova avventura con l’intento anche di essere d’aiuto per i più giovani di lui: “Farò del mio meglio per aiutare i giocatori più giovani che vengono dalle giovanili e allo stesso tempo imparerò dai compagni più esperti”. Tra questi ultimi c’è sicuramente anche Zlatan Ibrahimovic: “Sarà un’opportunità incredibile giocare con lui e imparare da uno dei giocatori più forti del mondo. Zlatan è un giocatore con una carriera incredibile e con lui sarà bello anche parlare svedese o norvegese”. Sulle sue spalle Hauge avrà la casacca numero 15: “Il 15 è un numero che mi è sempre piaciuto e l’ho avuto anche al Bodo”. La chiosa è una promessa ai tifosi: “Mi hanno fatto molti complimenti in questi giorni. Spero possano tornare presto a San Siro perché voglio farli divertire”.