A destra Gazidis (ANSA)
A destra Gazidis (ANSA)

Milano, 18 giugno 2021 – A poche settimane dalla conclusione di una stagione più che positiva per la truppa rossonera, l’amministratore delegato del Milan Ivan Gazidis ha fatto un bilancio dell’annata attraverso i canali ufficiali del club: “La stagione che abbiamo appena vissuto – ha detto il manager sudafricano – è stata speciale ed emozionante. Qui c’è un grande clima di unità che mi rende orgoglioso perché dà al club una forza pazzesca”. Il fiore all’occhiello è stato la riconquista di un posto in Champions League dopo sette stagioni: “E’ stata una grande emozione. Noi soffriamo allo stesso modo dei tifosi. Questo traguardo è meritato e figlio di un duro lavoro. La cosa importante è stata anche il modo in cui l’abbiamo raggiunta”. Un primo passo verso un futuro di nuovo ai vertici: “Tornare in Champions è stato importante ma questo sarà un percorso difficile e siamo solo all’inizio”. Lo sguardo di Gazidisi si è poi spostato verso i protagonisti di questa annata rossonera, tra i quali c’è ovviamente anche mister Stefano Pioli, pubblicamente elogiato dall’ad rossonero: “E’ un grande esempio. Ha Convissuto con grandi pressioni ma ha sempre pensato al bene del club. E’ un uomo profondo e la sua passione mi ha sorpreso così come la sua fiducia nel gruppo e la vicinanza mostrata a ogni giocatore”.
 

Il gruppo, Tomori, il Milan femminile e i tifosi



Il bene del club, ritenuto prioritario da Gazidis, e la forza del gruppo sono due concetti rimarcati con forza nell’intervista: “Il club è la cosa più importante, al di sopra di tutto perché come detto è fondamentale l’unità. Il gruppo è speciale e giovane, ma ha già una mentalità pazzesca e una grande forza dentro data dalla voglia di vincere. Abbiamo sempre dato una buona risposta e questo vuol dire avere grande mentalità. Il gruppo è formato da giocatori forti perché soltanto così si può raggiungere il successo. Servono giocatori di qualità e il nostro team anche fuori dal campo sta facendo un grande lavoro. Paolo Maldini è un punto di riferimento sia tecnico sia quando pensiamo ai valori del club. I tifosi possono avere fiducia in questa squadra". Un accenno anche al riscatto di Tomori: “E’ un incubo per gli attaccanti perché è impossibile batterlo sul piano della velocità e della forza”. Soddisfazione poi anche per il lavoro svolto dalla squadra femminile, protagonista in Serie A: “Le ragazze hanno fatto una stagione stupenda e dovranno continuare così perché anche loro il prossimo anno saranno in Champions. Sono davvero fantastiche”. Un ringraziamento, infine, ai tifosi che, nonostante le difficoltà date dalla pandemia, non hanno fatto mancare il loro supporto alla squadra: “Non ho parole per descriverli. Abbiamo vissuto anche momenti duri ma non ci hanno fatto mancare il loro supporto. Siamo tutti uniti e con questa unione tutto è possibile. Se ripenso a quello che hanno fatto fuori da Casa Milan mi vengono i brividi e desidero ringraziarli perchè il loro supporto è fondamentale per la nostra crescita. La mia grande speranza è che in futuro anche io possa essere considerato un tifoso del Milan come loro. Forza Milan sempre!".

Leggi anche - Morto Giampiero Boniperti, storico presidente della Juventus. Portò Platini e Boniek