Florenzi (ANSA)
Florenzi (ANSA)

Milano, 15 novembre 2021 – Il momento più difficile sembra passato per Alessandro Florenzi che, dopo più di un mese di stop a seguito dell’operazione al ginocchio, è tornato a disposizione di mister Stefano Pioli per il derby di domenica scorsa, che però ha seguito dalla panchina. Il terzino classe 1991 ha parlato oggi ai taccuini di Skrill.com di questi primi mesi in rossonero: “Ho scelto il Milan perché mi ha voluto più di tutti. Qui ho trovato un club molto organizzato. Tutti mi hanno accolto bene, sto vivendo una grande esperienza. Negli anni diversi club mi hanno trattato molto bene e tra questi c’è il Milan”. Importante in questo trasferimento, per certi versi, la figura carismatica di Paolo Maldini: “Pensando al Milan mi vengono in mente tutti i campioni che ci hanno giocato e io mi sento fortunato ad aver conosciuto Paolo Maldini, uno di loro. Ha la stessa aura di Totti e De Rossi per i tifosi della Roma. Io li definisco gli intoccabili”.

Gli obbiettivi e la Nazionale

Lo sguardo del terzino rossonero si è poi spostato sugli obbiettivi per questa stagione: “La storia del Milan è piena di successi e l’obbiettivo e gli obbiettivi sono onorare questa storia e riportare il club al top. E’ quello che il club si è prefisso, quello che i tifosi vogliono e qualcosa che noi proveremo a raggiungere. Personalmente farò di tutto per aiutare il club a tornare dove gli spetta”. Inevitabile, in chiusura, un capitolo dedicato alla Nazionale e alla vittoria dell’Europeo: “Vincere in Nazionale è indescrivibile. Abbiamo passato cinquanta giorni assieme e abbiamo creato una famiglia. Non è stato facile, soprattutto per me, ma abbiamo tutti remato nella stessa direzione, alla ricerca di un sogno”.

Leggi anche - Basket, Serie A: Milano fa otto su otto. La Virtus aggancia Brindisi