Stefano Pioli (Ansa)
Stefano Pioli (Ansa)

Milano, 9 dicembre 2020 – Con il pass per i sedicesimi di Europa League già in tasca, il Milan domani sera alle 21 (match in diretta su Sky Sport) affronterà lo Sparta Praga e proverà a conquistare anche la vetta del girone H (traguardo che dipende anche dal risultato del Lille). Contro la formazione ceca saranno diversi i volti i nuovi tra i rossoneri – oltre agli infortunati Ibrahimovic e Bennacer non sono infatti stati convocati Romagnoli, Donnarumma e Calhanoglu – ma Pioli non vuol sentir parlare di “Milan 2”: “Nel gruppo c’è grande competitività. La società mi ha accontentato quando ho chiesto di avere il numero più alto possibile di titolari in vista dei tanti impegni stagionali. Domani andrà quindi in campo una squadra competitiva, che cercherà di fare risultato pieno. Ci sarà certamente spazio per chi fino ad oggi è sceso meno in campo e sono certo che tutti sapranno farsi trovare pronti perché sono grandi protagonisti. Solo chi non è dentro a questo gruppo può pensare che ci sia anche solo qualcuno che non sia protagonista del nostro momento”.

L’entusiasmo e le condizioni di Ibra e Leao

A spingere i rossoneri un entusiasmo rafforzato anche dal successo in campionato contro la Sampdoria: “Cerchiamo sempre di prepararci al meglio per ogni partita e penso sia giusto gioire per un successo. Siamo abituati anche ai festeggiamenti sul pullman. Dal giorno dopo però iniziamo sempre a pensare all’impegno successivo. La nostra è soddisfazione più che euforia. Siamo un gruppo giovane e anche per questo ha ampi margini di miglioramento individuale e collettivo”. Domani mancheranno come detto Ibrahimovic e Bennacer ma tornerà Leao: “Ibra sta meglio e prosegue nel recupero dall’infortunio. Leao sarà invece convocato e punto a concedergli almeno uno spezzone di partita dopo un’assenza di tre settimane. Per quanto riguarda Bennacer ha avuto qualche problema e riprenderà a lavorare in vista del Parma”.