Brahim Diaz in azione con la maglia del Real Madrid
Brahim Diaz in azione con la maglia del Real Madrid

 

Milano, 11 settembre 2020 - Giornata dedicata ai volti nuovi quella di oggi in casa Milan. Nel pomeriggio si è presentato presso la sede rossonera Ciprian Tatarusanu: l'ex portiere della Fiorentina ha firmato un triennale, diventando così il vice di Gigio Donnarumma dopo gli addii di Asmir Begovic e Pepe Reina. L'estremo difensore di origine rumena è reduce dall'esperienza al Lione, con la cui maglia ha collezionato sei presenze nel corso della scorsa stagione. 

Questa mattina invece è stata l'occasione per il Diavolo di dare il benvenuto al neo acquisto Brahim Diaz, proveniente in prestito dal Real Madrid. "È un grandissimo piacere giocare in questo club storico. La prima volta a Milanello - ha raccontato lo spagnolo - è stata un'esperienza incredibile: allenarsi qui è speciale, è un centro con tantissime strutture e servizi, è molto importante. La cosa che mi ha colpito molto è stata l’accoglienza dei tifosi, stupenda. Questa società ha una fama e un blasone internazionali, da qui sono passate tantissime leggende del calcio. Il Milan è speciale e io sono orgoglioso di poter vestire il rossonero". 

Parole al miele soprattutto per Paolo Maldini e Zlatan Ibrahimovic. "Maldini è un fenomeno. Lo è stato in campo e oggi sta dimostrando di esserlo anche fuori. E' una leggenda di questo club e del mondo del calcio - il pensiero del classe '99 - Ibra ha un carattere molto forte, è un grande giocatore, aiuta tutta la squadra grazie alla sua esperienza, grazie a tutto quello che ha ottenuto e a tutti i suoi gol. E' un grande, possiamo dire che è una bandiera del Milan e io sto dividendo lo spogliatoio con lui. La sua esperienza sarà molto utile".

Secondo Brahim Diaz, la conferma dello svedese e l'acquisto di Sandro Tonali sono un chiaro segnale delle ambizioni del club. "Nello spogliatoio c'è una bella atmosfera. Il Milan deve pensare da grande squadra e quindi puntare al massimo. Ovvio che c'è la zona Champions da conquistare però l'obiettivo resta quello di vincere". Un messaggio, quello lanciato dall'ex Manchester City, che non può che essere piaciuto ai agli appassionati rossoneri.