Calhanoglu (ANSA)
Calhanoglu (ANSA)

Milano, 13 gennaio 2021 – Il Milan e Hakan Calhanoglu sono sempre più vicini ad un accordo per il rinnovo pluriennale del fantasista turco che va in scadenza di contratto a fine giugno. A Casa Milan oggi è infatti andato in scena un altro incontro tra la società rossonera e i rappresentanti del giocatore, grande protagonista di questo inizio di stagione del Milan. Nel summit di oggi è emersa la volontà comune di andare avanti insieme e sono stati fatti importanti passi avanti anche per trovare la quadratura economica dell’affare: il Milan è disposto a mettere sul piatto più di 4 milioni bonus compresi, mentre il giocatore ne chiede circa sei. Tutto fa pensare che già nei prossimi giorni le parti possano trovare il famoso punto d’incontro a circa 5 milioni all'anno di ingaggio. Successivamente poi il Milan potrà dedicarsi anche al rinnovo di Gianluigi Donnarumma, con il quale il discorso è già aperto e fluido.
 

Per la difesa restano caldi i nomi di Simakan, Badé e Tomori

In casa rossonera però si continua a pensare anche ai potenziali rinforzi da acquistare a gennaio. Non è oramai più un segreto che tra le priorità del Milan ci sia l’arrivo di un difensore centrale e secondo i media francesi, neppure l’infortunio rimediato lo scorso weekend che costringerà il giocatore a uno stop di quasi due mesi, ha frenato l’interesse milanista nei confronti di Mohamed Simakan dello Strasburgo. In Francia sono addirittura sicuri che la distanza tra le parti sia minima. Sullo sfondo resta però il Lipsia, fortemente interessato al giocatore. Qualora questa posta sfumasse, i rossoneri punterebbero su Loic Badé del Lens o sul canadese Fikayo Tomori, che non sta trovando spazio al Chelsea. Possibile poi anche un rinforzo a centrocampo e in questo caso il favorito e Soualiho Meitè che anche ieri non è sceso in campo contro i rossoneri.

Leggi anche - Basket, coppe europee: Milano vola in Eurolega con un super Datome