Calhanoglu (Ansa)
Calhanoglu (Ansa)

Milano, 25 dicembre 2020 – Il Milan, grazie al successo ottenuto in extremis contro la Lazio, si è difeso dagli attacchi alla vetta dell’Inter e si è regalato un Natale da primo della classe. In casa rossonera, però, si guarda anche al futuro e uno dei temi più caldi è quello dei rinnovi dei contratti di Gianluigi Donnarumma e Hakan Calhanoglu, in scadenza a fine giugno 2021. I discorsi con il portiere classe 1999, che ha più volte manifestato la volontà di rimanere al Milan, sono piuttosto avanzati a breve dovrebbe arrivare la fumata bianca per un rinnovo almeno fino al 2024. Più articolata la questione legata al prolungamento del fantasista turco: l’iniziale richiesta del giocatore vicina ai 6 milioni sembrava infatti decisamente distante dai quasi 4 offerti dal Milan, ma negli ultimi giorni i contatti tra le parti si sono intensificati e, dopo l’incontro di una settimana fa a Milano tra l’agente Stpic e la dirigenza rossonera, la trattativa sembra aver preso quota, tanto che in Spagna il portale fichaje.com, citando fonti vicine al giocatore, dà la firma per imminente. Prima del match contro la Lazio anche Pioli si era detto fiducioso sulla permanenza di Calhanoglu e quindi già nei prossimi giorni la situazione potrebbe definitivamente sbloccarsi.

Due o tre colpi in entrata?

A gennaio però Maldini e Massara cercheranno anche di puntellare la rosa a disposizione di Pioli per tentare di restare il più possibile ai piani alti della classifica. Le priorità sul mercato rossonero sono quelle di un difensore centrale e di un vice Ibra. Per la difesa i nomi caldi sono quelli già sondati in estate, ovvero quelli di Mohamed Simakan dello Strasburgo e di Ozan Kabak dello Schalke 04. In attacco invece piacciono molto Luka Jovic del Real Madrid e Gianluca Scamacca del Genoa, autore di un buon finale di gara contro i rossoneri. Qualora poi, le eventuali cessioni di Duarte e Musacchio dovessero garantire un buon tesoretto, non sarebbe escluso a priori anche un rinforzo in mediana con Boubakary Soumaré in cima alla lista dei desideri della dirigenza milanista.

Mercato Inter, tesoretto dalle cessioni per due innesti: caccia a una punta