Davide Calabria (ANSA)
Davide Calabria (ANSA)

Milano, 18 dicembre 2020 – In estate sembrava sul piede di partenza. Una pedina sacrificabile per finanziare il mercato in entrata, ma Davide Calabria non si è mai perso d’animo, si è rimboccato le maniche e ha riconquistato una maglia da inamovibile titolare della corsia difensiva di destra del Milan a suon di grandi prestazioni. Ora il laterale classe 1996, come ha spiegato oggi ai microfoni di Milan TV, si gode il momento e pensa ad un futuro a tinte rossonere ma anche azzurre: “Mi sono messo in testa di puntare il più in alto possibile. Vorrei diventare una bandiera del Milan e anche un giocatore importante per la Nazionale. Penso di avere le giuste caratteristiche per raggiungere questi obbiettivi. Voglio continuare a lavorare tanto e sodo per conquistare tutto questo”. Sul Milan ha poi speso altre parole di grande positività: “Pensa al futuro investendo nel settore giovanile e in giocatori giovani. La squadra è giovane e ha una base solida, composta da ragazzi italiani con grande voglia di fare. Speriamo di riuscire a continuare su questa strada. Sono cresciuto guardando un grande Milan e la nostra ambizione è tornare a quei livelli”.

L’Europeo, la sfida contro il Sassuolo e l’amicizia con l’ex compagno in rossonero Locatelli

Con la Nazionale il traguardo nel mirino è invece l’Europeo: “La squadra era fatta ma poi c’è stato il rinvio dell’Europeo che ha un po’ stravolto le cose. Mancini ha chiamato tanti giocatori nuovi e il fatto di avere tanti giocatori pronti a fare esperienza in azzurro non può che far bene alla Nazionale. Stiamo facendo grandi cose e indossare quella maglia è stato motivo di grande orgoglio. Spero di riuscire a giocare l’europeo. Tornando all’universo rossonero, i pareggi contro Parma e Genoa non hanno scalfito le convinzioni del gruppo: “Due pareggi non possono creare negatività in seno a un gruppo anche perché stiamo giocando ogni tre giorni da tempo. Con il Genoa forse abbiamo giocato la gara meno brillante ma in questo cammino abbiamo sempre meritato le vittorie portate a casa. Non dobbiamo farci distrarre dal pensiero degli altri e dobbiamo concentrarci solo su noi stessi e sugli obiettivi di classifica che ci siamo prefissati insieme al mister. Domenica dobbiamo assolutamente pensare a vincere contro il Sassuolo”. Tra i neroverdi mancherà Manuel Locatelli, ex di giornata e grande amico di Calabria sin dalle giovanili rossonere: “Ci siamo sentiti ed è molto dispiaciuto per non esserci. Al Sassuolo sta facendo ottime cose e io sono contento per lui. La sua assenza sarà un punto a nostro favore ma hanno comunque molti giocatori forti. Dobbiamo essere pronti a rispondere al loro gioco perché siamo il Milan ed è un dovere puntare in alto”.

Leggi anche - Milan, tegola Ibra: nuovo stop fino al 2021. Recuperato Theo Hernandez