Samuel Castillejo (Ansa)
Samuel Castillejo (Ansa)

Milano, 16 maggio 2021 - Doveva essere la partita più facile delle due, ma il Milan non ne ha approfittato: contro un Cagliari già salvo dopo il pari tra Benevento e Crotone del pomeriggio, l'occasione di prendere i 3 punti che avrebbero consentito ai ragazzi di Pioli di ottenere la qualificazione aritmetica. Invece con lo 0-0 di San Siro sarà necessario battere l'Atalanta all'ultima giornata per evitare di essere sorpassati da Napoli e Juventus e perdere il pass per la Champions League.

Primo tempo

Nel primo tempo il Milan comincia con difficoltà nell'imporre il suo gioco nonostante le necessità di classifica: il Cagliari tiene botta con una fase difensiva decisamente ben organizzata che lascia pochissimi spiragli agli avversari, molto poco pericolosi in tutta la prima metà di gioco. Il possesso palla della squadra allenata da Pioli risulta decisamente lento e poco incisivo, al punto che in tutti i primi 45 minuti l'unica occasione capita sul piede di Saelemaekers: il belga ci prova con un tiro dalla distanza che però non spaventa più di tanto Cragno, che non corre veri e propri pericoli.

Secondo tempo

Nel secondo tempo a cominciare meglio è il Cagliari che impegna subito Donnarumma con Pavoletti che di testa su un cross di Joao Pedro costringe al miracolo il portiere rossonero. Le occasioni nella ripresa sono decisamente di più, visto che il Cagliari si rende pericoloso con Godin su una palla inattiva e il Milan sfiora l'1-0 in due occasioni- La più pericolosa è con Calhanoglu che colpisce un palo esterno da posizione defilata, ma anche Castillejo si avvicina al gol partita. Lo 0-0 però resiste fino al fischio finale e adesso il sogno Champions del Milan è in forte pericolo.

Leggi anche - Vittoria del Sassuolo nel posticipo delle 18